[Pisa] Appello pubblico per Santa Croce in Fossabanda

by / Commenti disabilitati su [Pisa] Appello pubblico per Santa Croce in Fossabanda / 152 View / 28 ottobre 2014

Share
Pubblico o Privato?
Quale futuro per l’ex Convento di Santa Croce in Fossabanda?
Continuano a non esserci certezze sul futuro dell’ex convento: diventerà casa dello studente e mensa universitaria?
Da più di un anno l’Azienda per il Diritto allo Studio Universitario e il Comune di Pisa sono in trattativa per la locazione dell’immobile di alto valore, non solo economico, ma soprattutto artistico e culturale.
In questi 12 mesi, però, circa 1500 studenti e studentesse sono rimasti fuori dalla casa dello studente, seppur idonei, sprofondati così nell’attesa di un posto alloggio che si rivela sempre più lunga.
Un altro anno accademico è iniziato, tuttavia la situazione non appare certo migliore. Le domande di borsa di studio aumentano, anche a causa di una crisi economica che non solo fa diminuire i redditi ma anche i diritti, visto che oggi ogni cosa sembra essere in vendita.
Eppure all’orizzonte c’è un immobile di alto valore storico-culturale, che deve essere tutelato, valorizzato e reso fruibile, aspetti tanto cari alla nostra Costituzione e al codice dei BB.CC. L’eventualità che immobile sia reso in affitto a dei privati, o peggio ancora acquistato a titolo definitivo, potrebbe portare a conseguenze non edificanti. Quali tutele per i cicli pittorici e le architetture trecentesche? Siamo sicuri che i vincoli pendenti riuscirebbero ad arginare ulteriori scempi; tanto di moda al giorno d’oggi?
La presenza del DSU, garantirebbe inoltre un accesso pubblico, permettendo alla collettività, pisana e non, di ammirare parte del patrimonio storico cittadino abbandonato da tanti, troppi anni.
Un esito positivo della trattativa, con conseguente assegnazione all’ARDSU, vedrebbe non solo una nuova casa dello studente e una nuova mensa in un’area in estrema sofferenza, ma garantirebbe un accesso pubblico alla struttura, permettendo alla collettività, pisana e non, di poter ammirare parte del patrimonio storico cittadino abbandonato da tanti, troppi anni. Si è già percorsa la strada dei privati, e si è sempre dimostrata fallimentare, anche dal punto di vista della tutela storico-artistica. È evidente che in questo momento -in un momento in cui siamo di fronte ad un attacco generalizzato al sistema di welfare universale, attuato tramite una serie di provvedimenti che vanno a smantellare le tutele sindacali e giuridiche dei lavoratori, ad ampliare la flessibilità lavorativa secondo un modello aziendalistico che privilegia il privato a svantaggio del pubblico, a distruggere la scuola, l’università e il diritto allo studio, con tagli economici più o meno lineari- è più forte che mai l’esigenza che il pubblico riprenda il suo ruolo di centralità decisionale e concretezza reale nel processo di incisione sulle vite dei cittadini; ed è, tanto più, necessario che gli enti pubblici si coordinino fra di loro, attraverso percorsi aperti e partecipati, con l’unico e il solo obiettivo di rendersi garanti dei diritti dei cittadini, venendosi incontro reciprocamente rispetto alle mutue esigenze: un modello virtuoso, che mette al centro le esigenze e le condizioni materiali delle persone e si pone come elemento di tutela nei confronti del tessuto sociale più debole e attaccato del Paese.
Chiediamo quindi a questi Enti non solo di tutelare il bene in questione e i diritti fondamentali, ma anche di dare pratica concreta e corpo ai nostri principi costituzionali. Fossabanda deve andare agli studenti e alle studentesse: per la corretta interpretazione della funzione sociale della proprietà pubblica e della coesione fra gli enti pubblici stessi, per rispondere ad un bisogno reale di una fetta consistente della popolazione pisana, per ridare centralità ad un modello sociale che da troppo tempo viene smantellato e distrutto.
FIRMA ANCHE TU SU CHANGE.ORG: 
https://www.change.org/p/studenti-dell-universit%C3%A0-di-pisa-pubblico-o-privato-quale-futuro-per-l-ex-convento-di-santa-croce-in-fossabanda?just_created=true
Firme:

Adriano Prosperi, Professore emerito di Storia moderna presso la Scuola Normale Superiore di PisaUgo Mattei, Docente di diritto internazionale comparato all’Hasting College of the Law dell’Università

della California a San Francisco e docente di Diritto Privato all’ Università di Torino.

Francesco Gesualdi, Centro Nuovo Modello di Sviluppo.

Eleonora Forenza, parlamentare europeo

Marco Furfaro, Sinistra Ecologia e Libertà

Giulio Marcon, parlamentare SEL

Mauro Romanelli, Consigliere Regionale Toscana, gruppo SEL

Monica Sgherri, Consigliere Regionale Toscana, gruppo Federazione della Sinistra-Verdi

Martina Pignatti Moreno, Presidente nazionale Un Ponte Per..

Salvo Barrano, presidente dell’ ANA (Associazione Nazionale Archeologi)

Marco Revelli, storico

Antonio Bonatesta, Segretario nazionale ADI

Presidio Libera “Giancarlo Siani” di Pisa

ARCI Pisa

Monica Zoppè, Circolo Legambiente Pisa

Claudio Riccio, Agire-Costruire-Trasformare

Ornella De Zordo, docente Università degli studi di Firenze

Marco Collareta, docente di storia dell’arte medievale, ex presidente del corso di laurea di Scienze dei

Beni Culturali, dipartimento di Civiltà e Forme del Sapere

Antonella Capitanio, Ricercatore Universitario del dipartimento di Civiltà e Forme del Sapere e Senatore

Accademico presso l’Università di Pisa

Michele Da Caprile, Personale Tecnico Amministrativo e Senatore Accademico presso l’Università di

Pisa

Simone Capaccioli, Ricercatore Universitario Università di Pisa

Roberto Giuseppe Pierini, docente di Tecnica e Pianificazione Urbanistica, Presidente del c.l.m in

Ingegneria Edile e Architettura

Robert Vignali, docente universitario, Dipartimento di Biologia

Carlo Sorce, Dipartimento di Biologia

Anna Maria Rossi, docente esterno, Dipartimento di Biologia dell’Università di Pisa

Mario Pezzella, Docente universitario di estetica del cinema presso la Scuola Normale Superiore di Pisa

Mauro Stampacchia, docente esterno Università di Pisa

Giorgio Gallo, Professore di Ricerca Operativa, dipartimento di Informatica e Centro Interdipartimentale

di Scienze per la Pace, Università di Pisa

Maria Michela Sassi, docente del Dipartimento di Civiltà e Forme del Sapere

Simone d’Alessandro, Dipartimento di Economia e Management, Università di Pisa

Francesca Fedi, Docente universitario del dipartimento di Filologia, Letteratura e Linguistica presso

l’Università di Pisa

Giuseppe dell’Agata, Docente universitario del dipartimento di Filologia, Letteratura e Linguistica presso

l’Università di Pisa

Carmen dell’Aversano, Docente universitario del dipartimento di Filologia, Letteratura e Linguistica

presso l’Università di Pisa

Maria Chiara Pievatolo, professore associato del Dipartimento di Scienze Politiche

Mario Cappiello, Università di Pisa Dipartimento di Biologia Unità di Biochimica

Giampaolo Graziadio, Direttore della scuola di specializzazione in beni archeologici e docente associato

del dipartimento di civiltà e forme del sapere per l’Università di Pisa

Simonetta Menchelli, docente incaricato di Topografia antica e archeologia subacquea per l’Università

di Pisa.

Giovanna Tedeschi, Docente associato in pensione di Archeologia e storia dell’arte romana per

l’università di Pisa

Sonia Paone, Docente di Sociologia Urbana presso l’Università di Pisa

Maria Chiara Pievatolo, professore associato del Dipartimento di Scienze Politiche

Maurizio Persico, docente del Dipartimento di Chimica e Chimica Industriale.

Luisa Santini, docente di tecnica urbanistica, DESTEC, Università di Pisa

Carlo Sorce, Ricercatore presso il Dipartimento di Biologia dell’ Università di Pisa

Enrico Calossi, ricercatore universitario Firenze

Cristiano Giometti, ricercatore del dipartimento di Storia dell’Arte, Archeologia, Geografia, Arte e

Spettacolo dell’Università di Firenze

Lorenzo Carletti, insegnante della scuola pubblica

Gianfranco Ferraro, Ricercatore in Filosofia Politica presso l’Università di Lisbona

Massimiliano Andretta, ricercatore universitario del Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università di

Pisa

Matteo Villa, ricercatore universitario del Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università di Pisa

Fabrizio Cinelli, ricercatore universitario del Dipartimento DESTEC, Università di Pisa

Luigi Piccioni, docente universitario presso l’Università della Calabria

Agostino Petrillo, Docente di Sociologia Urbana presso il Politecnico di Milano

Paolo Sangriso, Cultore della Materia in Topografia antica per l’Università di Pisa

Luca Odetti, Rehabilitation Technologies Group ARTS-Lab, Scuola Superiore di Studi Universitari e di

Perfezionamento S.Anna.

Daniela Fiaschi, T/A Unipi Categoria D Area Biblioteche

Corrado de Petris, personale t/a Dipartimento di Biologia dell’ Università di Pisa

Stefania Bottega, tecnico-amministrativo del Dipartimento di Biologia dell’Università di Pisa

Michele Nassi, SEL Pisa, tecnico competente in acustica ambientale Pisa e Toscana.

Andrea Corti, segretario provinciale Partito della Rifondazione Comunista e tecnico amministrativo

dell’Università di Pisa

Luigi Marzo, Tecnico Amministrativo presso l’Università di Pisa e membro attivo della Ciclofficina

Virgilio Barachini, presidente Unione Inquilini-Pisa

Enrico Fiorini, presidente circolo ARCI “Balalaika”

Dmitrij Palagi, Coordinatore GC Toscana

Francesco Auletta, consigliere comunale Una Città in Comune-Pisa

Marco Ricci, consigliere comunale Una Città in Comune-Pisa

Simonetta Ghezzani, consigliere comunale SEL

Federico Oliveri, Direzione Regionale FLC-CGIL Toscana

Rocco Albanese, dottorando in Diritto Privato dell’Università di Pisa

Francesco Biagi, dottorando in Sociologia dell’Università di Pisa

Danilo Soscia, giornalista

Stefano Carlesi, dottorando presso l’Università di Pisa

Francesco Baicchi, coordinatore nazionale Rete per la Costituzione

Alberto Campailla, portavoce nazionale Link-Coordinamento Universitario

Riccardo Laterza, portavoce nazionale Rete della Conoscenza

Danilo Lampis, coordinatore nazionale Unione Degli Studenti

Mario Nobile, responsabile nazionale DSU Link-Coordinamento Universitario

Teresa Catinella, coordinatrice regionale Unione degli Studenti Toscana

Moreno Biagioni, Rete Antirazzista Firenze

Associazione Culturale “Artiglio”

Massimo Torelli, coordinamento nazionale Altra Europa con Tsipras

Giorgia Concetti, presidente del Consiglio degli Studenti dell’Università di Pisa e della Consulta degli

Studenti Universitari

Silvia d’Amato Avanzi, Consigliere d’Amministrazione dell’Azienda Regionale per il Diritto allo Studio

Toscana

Chiara Bianchi, Consigliere d’Amministrazione dell’ Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Toscana e

presidente del Consiglio Regionale degli Studenti

Aurelio Miracolo, Consigliere d’Amministrazione dell’ Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Toscana

Alessandra Maggi, Consigliere d’Amministrazione Università di Pisa

Matteo Dartagnan, Consigliere d’Amministrazione Università di Pisa

Andrea Tamburrino, Senato Accademico Università di Pisa

Fabio Cacciapuoti, Consigliere Nazionale degli Studenti Universitari

Gianluca Batzu, Consiglio Territoriale degli Studenti

Alberto Zoratti, rete Fairwatch

Ettore Bucci, coordinamento comunale SEL-Pisa

Claudio Barbi, SEL Pistoia

Maurizio Bini, coordinatore cittadino PRC-Pisa

Simone Coduti, coordinamento nazionale Altra Europa con Tsipras

Silvia Gesses, consigliere della Provincia di Livorno e membro del comitato Atra Europa-Rosignano

Chiara Giunti, coordinamento nazionale Altra Europa con Tsipras e comitato fiorentino Altra Europa

Marcello Ferrari, operaio presso ENI S.p.a

Francesco Tognarini, ingegnere civile

Marcello Cella, Coro Controcanto Pisano

Sandro Modafferi, Una Città in Comune-Pisa

Maria Scermino, Una Città in Comune-Pisa

Tiziana Nadalutti, Una città in Comune-Pisa

Gianni Monti, Una Città in Comune-Firenze

Maria d’Amelia d’Agostino, comitato Altra Europa-Versilia

Roberta Nicoletti, comitato Altra Europa-Lucca

Manlio Sorba, il comitato Altra Europa-Sardegna

Guido Cerbai, Partito della Rifondazione Comunista

Comitato Arezzo per Tsipras

Francesca Mortelli, ALBA-Viareggio

Daniela Passeri, ALBA-Siena

Fausto Pascali, Progetto Rebeldia

Serena Fondelli, Progetto Rebeldia

Alessandra De Vita, restauratrice

Simone Contiero, professore di Matematica

Beatrice Bardelli, Rifondazione Comunista Pisa