[Bari] Studenti uniti per il diritto allo studio

by / Commenti disabilitati su [Bari] Studenti uniti per il diritto allo studio / 92 View / 9 maggio 2016

Share

A Bari gli studenti e le rappresentanze studentesche stanno promuovendo in maniera unitaria una mobilitazione per ottenere l’immediata erogazione delle borse di studio, ferma a causa del ritardo del trasferimento del FIS dallo stato alle Regioni.

Domani gli studenti scenderanno in piazza per l’ennesima volta: https://www.facebook.com/events/861714010622933/

di seguito il comunicato scritto dopo il presidio del 28 Aprile:
“UNITI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO”

Giovedì 28 aprile 2016 gli studenti delle Università di Puglia uniti hanno promosso un presidio dinanzi alla sede di Bari dell’A.Di.S.U. Puglia. La comunità studentesca si mobilita contro i ritardi nell’erogazione dei fondi ministeriali finalizzati a garantire la copertura totale di borse di studio agli studenti risultati idonei al Bando “Benefici e Servizi” 2015/2016 e alla Misura compensativa straordinaria.

Questo ritardo, senza recenti precedenti, mette in ginocchio migliaia di studenti universitari pugliesi, trasformando di fatto la borsa di studio in un mero rimborso spese. La vita di uno studente non può dipendere dall’inerzia del M.I.U.R. e della Conferenza Stato-Regioni. Questo contesto paradossale lascia trasparire un totale disinteresse della politica del Governo nazionale rispetto alla tutela Diritto allo Studio.

Gli studenti universitari Pugliesi non possono rimanere indifferenti. Pertanto oggi, venerdì 29 aprile 2016, alle ore 15.00 presso l’aula Stifano del Palazzo Ateneo dell’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro” si costituirà il Comitato “UNITI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO”, con l’obiettivo di dar vita ad una mobilitazione che coinvolga tutti gli studenti universitari della Puglia oltre ogni differenza tra le rappresentanze.

La comunità studentesca pretende l’erogazione immediata delle borse di studio agli studenti idonei al Bando “Benefici e Servizi” A.Di.S.U. Puglia 2015/2016 non ancora beneficiari e la garanzia dell’esonero dal pagamento della tasse universitarie agli studenti iscritti negli elenchi della Misura compensativa straordinaria.

Gli studenti uniti non sono più disposti a vedere calpestati i propri diritti.