Anche in Erasmus Decidiamo NOi! Prorogato al 2 Novembre la scadenza per il voto all’estero

by / Commenti disabilitati su Anche in Erasmus Decidiamo NOi! Prorogato al 2 Novembre la scadenza per il voto all’estero / 23 View / 28 settembre 2016

Share

Il 4 Dicembre si voterà per il referendum confermativo sulla riforma costituzionale promossa dal governo Renzi. Questo momento importantissimo per la democrazia del nostro paese ci vede coinvolti tutti, non solo per la difesa della nostra carta costituzionale ma anche per riaffermare quei diritti che in questi anni ci sono stati sottratti da politiche antisociali e ingiuste. Anche per chi si trova all’estero per motivi di studio o di lavoro sarà possibile votare NO al referndum seguendo queste linee guida redatte dal comitato per il No. La scadenza è stata prorogata al 2 Novembre!

I cittadini italiani che per motivi di lavoro, studio o cure mediche si trovano temporaneamente all’estero per un periodo di almeno tre mesi nel quale ricade la data di svolgimento della consultazione elettorale, nonché i familiari con loro conviventi, potranno partecipare al voto per corrispondenza.

L’opzione può essere inviata per posta, per telefax, per posta elettronica anche non certificata, oppure fatta pervenire a mano al Comune di residenza anche da persona diversa dall’interessato (nel sito www.indicepa.gov.it sono reperibili gli indirizzi di posta elettronica certificata dei comuni italiani) e va trasmessa entro il 2 Novembre.

La dichiarazione di opzione, redatta su carta libera e obbligatoriamente corredata di copia di documento d’identità valido dell’elettore, deve in ogni caso contenere l’indirizzo postale estero cui va inviato il plico elettorale, l’indicazione dell’ufficio consolare (Consolato o Ambasciata) competente per territorio e una dichiarazione attestante il possesso dei requisiti per l’ammissione al voto per corrispondenza (trovarsi per motivi di lavoro, studio o cure mediche in un Paese estero in cui non si è anagraficamente residenti per un periodo di almeno tre mesi nel quale ricade la data di svolgimento della consultazione elettorale; oppure, essere familiare convivente di un cittadino che si trova nelle predette condizioni.

Scarica qui il modulo, predisposto dal Ministero, da compilare e da inviare o far pervenire all’ufficio elettorale del tuo comune

Anche in Erasmus decidiamo NOi!