Roma: si scrive statuto, si legge democrazia!

Roma: si scrive statuto, si legge democrazia!

by / Commenti disabilitati su Roma: si scrive statuto, si legge democrazia! / 10 View / 5 aprile 2011

Share

Oggi alla Sapienza si insedia la commissione statuto che dovrà adeguare lo Statuto dell’ateneo alla riforma Gelmini L. 240/10.

Già un anno fa il nostro rettore Frati aveva provveduto a modificare lo statuto della Sapienza per adeguarlo a quello che allora era il ddl 1905 e già un anno fa Link Roma aveva lamentato l’assoluta mancanza di dibattito democratico intorno alle decisioni che riguardavano un provvedimento così importante per il nostro ateneo.

Dopo lo straordinario movimento di quest’ autunno, ancora una volta assistiamo ad una restrizione degli spazi di democrazia e di partecipazione nel nostro ateneo. Nonostante la nostra esplicita richiesta di trasparenza e democraticità nella composizione della commissione statuto il Rettore Frati ha preferito nominare personalmente i membri della commissione. Esiste un legame inscindibile tra proposta e mobilitazione. La legge non è emendabile, ma vogliamo aprire le contraddizioni nella sua applicazione.

Per questo abbiamo letto lo statuto Frati e la legge Gelmini e abbiamo messo nero su bianco 10 proposte al contempo provocatorie e pragmatiche che possano aprire degli spazi vertenziali reali all’interno del nostro Ateneo!

Non vogliamo chiuderci in una battaglia di retroguardia o solo difensiva dell’esistente! Per questo oggi Link organizza una forte campagna comunicativa chiamata AltraCommissione dove presenta e discute pubblicamente le 10 proposte sullo statuto Frati ed espone striscioni, lancia la raccolta firme a sostegno delle 10 proposte, distribuisce materiale in tutte le facoltà.

Per leggere il documento completo “Si scrive statuto, si legge democrazia” sul sito di Link Roma. Già in altri atenei italiani si sono aperte vertenze e mobilitazioni sulla questione democrazia a partire dalla elezione della commissione.

LINK Roma