lezione

Pisa: Ottenuta proroga fino a luglio sulle soglie a Economia

by / Commenti disabilitati su Pisa: Ottenuta proroga fino a luglio sulle soglie a Economia / 57 View / 24 novembre 2011

Share

Oggi il consiglio della Facoltà di Economia si è riunito per deliberare in merito ai requisiti di accesso alle lauree magistrali. La previsione di tali requisiti, nonchè della “valutazione della adeguata preparazione personale dello studente”, è un adempimento necessitato dell’art. 6 d.m. 270/2004, che attuava la vecchia riforma Moratti e che abbiamo sempre contestato radicalmente: per noi questa norma ha sempre rappresentato una negazione potenziale del valore legale del titolo di laurea e un possibile blocco dell’accesso ai saperi.

Questa giornata sembrava dover essere la data conclusiva di un percorso iniziato più di due anni fa, in cui il consiglio di facoltà di Economia si era orientato, inizialmente, verso un meccanismo di soglie d’accesso (individuate nel voto di laurea del 95) che avrebbe garantito l’iscrizione alla laurea magistrale a tutti coloro ne fossero stati al di sopra, mentre per chi si fosse trovato “al di sotto della soglia” si sarebbe dovuto prevedere un colloquio o test per verificare l’adeguatezza della personale preparazione.

Sin da subito, come Sinistra Per…, ci siamo posti in netta contrarietà a questo meccanismo, perchè lo riteniamo discriminatorio verso gli studenti nonchè poco attendibile come metro di valutazione di quella che può essere la preparazione del singolo studente.

Forti di queste convinzioni siamo riusciti ad evitare l’applicazione delle soglie negli scorsi due anni riuscendo a fare utilizzare come meccanismo valutativo i programmi degli esami necessari, in termini di conoscenze.

Anche oggi, dopo una lunga discussione, siamo riusciti ad ottenere un’ulteriore proroga del regime transitorio, grazie alla forza dei nostri contenuti. Abbiamo infatti posto la scelta dell’ulteriore proroga come pregiudiziale all’affermazione della necessità di un confronto politico, a livello di Ateneo e Regionale, sul tema dell’accesso ai saperi (numeri chiusi, numeri programmati, accesso alle lauree di secondo livello). Crediamo infatti che sia necessario fare una riflessione generale sui meccanismi di accesso, partendo peraltro dalla convinzione che le soglie non siano la soluzione a tutti i problemi: l’unica soluzione è quello che da sempre l’università deve garantire, cioè un’offerta formativa di qualità fruibile da parte di tutti. Ancora una volta, ribadiamo un concetto banale: la preparazione non si valuta con i divieti d’accesso, ma semmai durante gli esami.

Sinistra Per…