Gli studenti di Link Fisciano non si accontentano delle briciole!

by / Commenti disabilitati su Gli studenti di Link Fisciano non si accontentano delle briciole! / 48 View / 18 gennaio 2012

Share

 

 

Lunedì 16 gennaio 2012, abbiamo ricevuto una risposta ufficiale del Magnifico Rettore, prof. Raimondo Pasquino, in merito alle questioni da noi sollevate il 17 novembre.
Queste sono le parole che si leggono nel documento consegnato ieri agli studenti dell’associazione Link Fisciano.

A) “Impegno dell’Ateneo ad operare affinché le tasse universitarie non subiscano aumenti, salvo l’adeguamento ISTAT, che resteranno quindi nell’importo all’interno delle disposizioni di legge”;

B) “… così come sancito dall’art. 34 della Costituzione ed enunciato dall’art. 5 comma 1 del nuovo Statuto dell’Ateneo … lo strumento adottato dall’Ateneo, per superare le difficoltà di ordine economico, è il finanziamento delle borse di studio destinate agli studenti meritevoli in condizioni disagiate”;

B1) “La scelta dell’Ateneo è di privilegiare le borse di studio, come strumento prioritario di tutela del diritto allo studio … il “prestito d’onore” è ritenuto un carico economico aggiuntivo alle famiglie già in difficoltà e rappresenta un finanziamento delle attività bancarie”;

C) “L’Ateneo riconosce gli studenti quale parte costitutiva della comunità universitaria ed ha dedicato loro l’intero nuovo Titolo V del nuovo Statuto dell’Ateneo salernitano:

  • a. ad esempio art. 44 “diritti e doveri”:
    • i. diritti e doveri degli studenti in tema di diritto allo studio;
    • ii. delle prove d’esame;
    • iii. servizi e qualità della didattica;
    • iv. partecipazione al governo dell’Università e dell’attività amministrativa degli organi collegiali.
  • b. il tutto disciplinato da un’apposita Carta (quella presentata dagli studenti dell’Associazione Link Fisciano) approvata dal Senato Accademico;
  • c. nel nuovo Statuto è stata introdotta la figura del “Garante” dei diritti degli studenti;
  • d. L’Università degli studi di Salerno promuove forme di consultazioni telematiche rivolte a tutte le componenti della comunità universitaria per consentire a tutti la partecipazione decisionale.

Quattro punti, quattro risposte ai quattro documenti che gli studenti di Link hanno elaborato con precisione giuridica e tecnica, consegnati al Rettore dell’Ateneo di Salerno il 17 novembre 2011. Quattro tematiche fondamentali da cui l’Ateneo di Salerno riparte proprio in un periodo difficile per l’intera università pubblica italiana, grazie alla collaborazione tra gli Organi d’Ateneo e gli studenti dell’associazione Link Fisciano:

  • assicurato il mancato aumento delle tasse e il rispetto del tetto massimo del 20% previsto per legge (se pur strumento da rivedere, ed il Rettore si è detto felice di attendere da parte nostra altre nuove proposte al riguardo);
  • rifiuto dello strumento del prestito d’onore e finanziamento delle borse di studio per altre 250 persone circa, con l’investimento in bilancio dell’Università degli studi di Salerno (indipendentemente dalla Regione) di 500.000 euro per il diritto allo studio;
  • introduzione dello Statuto dei diritti e dei doveri degli studenti, e l’ufficiale introduzione della nuova figura del Garante dei diritti degli studenti; in più l’aumento della democraticità all’interno dell’intero Ateneo di Salerno, con l’introduzione di forme di consultazioni referendarie telematiche (certo se pur non decisionali, ma comunque di gran peso, se ben organizzate e con risultati eclatanti) attraverso le quali sarà data una voce in capitolo in più a tutta la comunità, e soprattutto agli studenti.

Siamo coscienti del fatto che tutto questo sia ancora troppo poco, viste le condizioni in cui versa ormai l’università pubblica italiana ed i continui attacchi di austerity e tagli che continuiamo a subire, ma noi ripartiamo da qui, consapevoli che non dobbiamo fermarci, continuando su questa strada, perché ormai il nostro Rettore e l’intera comunità dell’università di Salerno sanno che gli studenti di Link Fisciano, a garanzia dei diritti di tutti gli studenti, non si accontentano delle briciole!