Viaggiare, se sai come fare hai un doppio risparmio

Una delle misure più interessanti in assoluto, il bonus trasporti. Il doppio risparmio è possibile. Oggi più che mai. 

In tempi di grandi misure per i cittadini, bonus a valanga, lo stesso italiano si trova a valutare tutta una serie di situazioni che sicuramente possono contribuire a portare importanti vantaggi. La situazione da questo punto di vista è più che mai positiva se consideriamo quelle che sono le condizioni offerte in alcuni casi. Uno dei bonus concepiti dalle istituzioni, più interessante di tutti è certamente quello riguardante i trasporti. Cogliendo, in questo caso, la soluzione a una problematica più che mai diffusa.

Bonus trasporti
Mezzi pubblici gratis – linkcoordinamentouniversitario.it

La necessità di servirsi del trasporto pubblico in alcuni casi può rappresentare un vero e proprio vantaggio, considerato che in quel caso si può fare a meno dell’automobile che di sicuro implica costi maggiori. Quando poi, per accedere al trasporto pubblico si ha a disposizione anche una specifica agevolazione le cose sono da considerare veramente interessanti. Per tutto il 2023, per esempio, è rimasto in vigore una specifica misura che assicurava un contributo mensile di 60 euro destinato a pendolari, lavoratori e studenti, tutto, chiaramente, all’interno di specifici requisiti Isee.

Viaggiare, se sai come fare hai un doppio risparmio: due benefici da sommare

Considerato che il bonus in questione ha fatto comodo a numerosissime famiglie italiane nel corso degli ultimi mesi, è interessante considerare un aspetto che spesso gli stessi cittadini hanno preso in considerazione. Nonostante la presenza della misura stessa, si può godere anche della detrazione del 19% sulla spesa sostenuta per costi di abbonamento ai trasporti pubblici? Bene, cosi come chiarito dalle stesse disposizioni i due benefici possono essere tranquillamente sommati.

Requisiti d'accesso al bonus
Doppio vantaggio – linkcoordinamentouniversitario.it

La possibilità di godere del doppio vantaggio a questo punto è chiaramente legata anche all’obbligo di inviare la propria dichiarazione dei redditi, in mancanza della quale non è praticabile alcuna detrazione. In ogni caso, la convenienza, una volta confermati i requisiti, è più che mai scontata. Per il bonus trasporti si fa quindi riferimento di un importo pari a 60 euro, al massimo, per mese. Ovviamente in alcuni casi, prendendo in considerazione costo dell’abbonamento e misura, potrebbe non esserci la copertura totale della spesa, ma in ogni caso ci sarebbe un importantissimo risparmio.

La stessa detrazione, poi, sarà pari al 19% della spesa sostenuta, nel limite massimo di 250 euro per ogni contribuente. Il rimborso massimo ottenibile è quindi pari a 47,50 euro. Una misura più che mai interessante, dunque, valutabile e gestibile in più modi. Tutti, sempre molto convenienti.

Impostazioni privacy