Zara come Vinted, la nuova piattaforma cambia le regole del gioco: cos’è e come funziona Pre-owned

Una bella iniziativa che fa bene al pianeta, uno sguardo verso la sostenibilità pensato da Zara sulla scia di Vinted

La sostenibilità come concetto chiave di Zara alla stregua di Vinted, la possibilità di poter fare quello che si vuole con i propri indumenti. Partita il 12 novembre in Italia l’iniziativa che ha avuto un ‘pilot’ nel Regno Unito e in Francia. Anche nel nostro Paese il colosso di abbigliamento ha deciso di implementare le funzionalità della propria piattaforma tramite il Pre-owned. Una bellissima novità che porta il marchio verso una continua ascesa. Lo scopo è quello di allungare la vita dei capi, quindi la durata.

second hand zara come vinted
Zara come Vinted, la nuova piattaforma cambia le regole – linkcordinamentouniversitario.it

Il settore tessile negli ultimi anni costituisce un problema per quanto riguarda proprio lo spreco e le emissioni. La piattaforma in questione tende ad aiutare i consumatori nell’allungare la vita dei capi a marchio Zara. Un’iniziativa green che consente di riparare, rivendere o consegnare indumenti usati direttamente a organizzazioni senza scopo di lucro. Si tratta proprio di circolarità, la possibilità insomma, di non sprecare e fare passi avanti verso la preservazione dei capi, delle materie prime e del lavoro stesso.

Ecco come fare per accedere ai nuovi servizi di Zara

Per conoscere approfonditamente l’iniziativa basta collegarsi al sito online di Zara, nella sezione pre-owned. Proprio qui vi sarà la possibilità di scegliere tra le opzioni: riparazione, acquista | vendi e raccolta abiti. Per la prima sezione la possibilità è quella di richiedere supporto per una riparazione scegliendo di avvalersi del servizio in negozio o online.

second hand zara come vinted
Zara come Vinted, la nuova piattaforma cambia le regole del gioco- linkcordinamentouniversitario.it

Questo per portare i capi alla massima possibilità di durata. Online sarà possibile selezionare il servizio per cui dovrà essere riparato, e poi bisogna lasciare i capi presso i punti di consegna, i capi saranno mandati in laboratori e rispediti riparati. In negozio il servizio è ancora più semplice, basterà portare il capo ed uno shop assistant provvederà a indirizzare verso il servizio migliore.

Una volta che il capo sarà riparato, basterà recarsi in negozio per il ritiro. Nella sezione “vendi” sarà possibile vendere i propri capi, alla stregua di Vinted. Un vero proprio resell anti-spreco che darà la possibilità di ritrovare anche quei capi sold out nella propria taglia o vednuti in edizione speciale.

In ultimo, la sezione “raccolta abiti” è un vero e proprio programma di raccolta di abiti usati che favorisce il recupero di capi usati a favore dei meno abbienti. Non solo, è anche un’azione anti-spreco. I capi vengono raccolti e consegnati a organizzazioni locali che li classificano in base a qualità e condizioni per poi essere rivenduti negli shop di second hand. I proventi saranno donati a Rete ruise, Croce rossa, Caritas, China environmental protection foundation e altre organizzazioni.

Impostazioni privacy