Vuoi sentirti sempre giovane? Non fare questo errore, ti farà invecchiare in fretta

Vuoi sentirti sempre giovane? Non devi fare mai questo grave errore, ti farà invecchiare molto più in fretta.

sentirsi giovane
sentirsi giovane

 

Le nostre giornate sono scandite da una serie di azioni che influenzano profondamente il nostro benessere. Alcune attività quotidiane ci fanno sentire bene, come praticare sport o dedicare tempo agli hobby, mentre altre, come il traffico o lo stress lavorativo, possono farci sentire male. Esploriamo l’impatto di un errore che potremmo fare, che potrebbe farci invecchiare in fretta.

Quale errore devo evitare per sentirmi sempre giovane?

Ci sono delle azioni, che incidono sul nostro stato d’animo e altre, che possono migliorare la qualità della vita. 

Uno studio ha rilevato che bastano solo un paio di notti insonni per farci sentire quattro anni più vecchi. Questo può portarci a sviluppare cattive abitudini per la salute. Per mantenere una vita da eterni “ragazzi”, è fondamentale proteggere il vostro sonno. 

Uno studio approfondito

In effetti, dormire male per un paio di notti consecutive può far percepire un’età di quattro anni superiore a quella reale. Questo è quanto rilevato da uno studio pubblicato su Proceedings of the Royal Society B: Biological Sciences, che potrebbe avere rilevanti implicazioni per la salute complessiva. I ricercatori osservano che chi si sente più vecchio della propria età tende a seguire stili di vita meno salutari.

Una notte insonne può rovinare la giornata. Si parla spesso degli effetti negativi della mancanza di sonno nel lungo periodo, ma anche una singola notte di sonno disturbato ha immediati effetti negativi sulla qualità della vita. Sentirsi più vecchi dell’età reale può portare a cattive abitudini alimentari, scoraggiare la socializzazione, limitare nuove esperienze e ridurre l’attività fisica.

Gli esperimenti

Quanti anni ti senti dentro? Balter e il suo team hanno condotto due esperimenti per esplorare questo aspetto. Nel primo, hanno intervistato 429 persone tra i 18 e i 70 anni, chiedendo loro di valutare la propria età emotiva e quante notti di sonno disturbato avessero avuto nell’ultimo mese. È emerso che ogni notte di sonno disturbato aumentava la percezione dell’età di circa tre mesi. Al contrario, coloro che avevano dormito bene negli ultimi 30 giorni riferivano di sentirsi fino a sei anni più giovani della loro età reale.

Per comprendere se il sonno disturbato influisce sulla percezione dell’età o se chi si sente più vecchio dorme peggio, i ricercatori hanno condotto un secondo esperimento. Hanno coinvolto 186 individui tra i 18 e i 46 anni, chiedendo loro di valutare la propria età emotiva dopo due notti di sonno profondo, con nove ore di riposo ininterrotto, e dopo due notti di sonno ridotto a sole quattro ore.

I risultati dello studio

Dopo le notti di sonno ridotto, i partecipanti si sentivano in media 4,4 anni più vecchi rispetto alla loro età reale, mentre dopo le notti di sonno completo percepivano un’età superiore di soli tre mesi. La differenza nell’età percepita tra chi era ben riposato e chi non lo era ammontava a 10 anni. Inoltre, i nottambuli tendevano a sentirsi più vecchi anche dopo una notte di sonno completo, mentre i mattinieri soffrivano maggiormente dopo una notte insonne.

Mantenere uno spirito giovane è cruciale per il benessere generale. Considerando la scarsa qualità del sonno nella società moderna, è lecito chiedersi se siamo destinati a svegliarci ogni giorno con il peso di anni extra sulle spalle.

notti insonni
notti insonni

 

La qualità del sonno gioca un ruolo cruciale nella percezione dell’età e nel benessere generale. Questo studio evidenzia l’importanza di un riposo adeguato per mantenere uno spirito giovane e uno stile di vita sano. Affrontare e migliorare la qualità del sonno potrebbe essere la chiave per sentirsi più giovani e vitali, riducendo gli effetti negativi del tempo e dello stress quotidiano. Investire nel proprio sonno è, dunque, un passo fondamentale verso una migliore qualità della vita.

Impostazioni privacy