Vecchi fumetti degli anni ’70, se possiedi questo hai un piccolo tesoro: vale migliaia di euro

Oggetti dimenticati che possono fare all’improvviso la fortuna dei legittimi proprietari. Mai pensato ai fumetti?

Le sorprese in ambito collezionistico possono essere davvero tante. Pensiamo a quello che potrebbe accadere se all’improvviso ci scoprissimo proprietari di un pezzo unico. La soddisfazione e il ritorno economico potrebbero essere davvero importanti. Di fatto, nella maggior parte dei casi, in molti non sanno di avare in casa un pezzo pregiato e che i collezionisti farebbero follie per accaparrarselo.

Fumetti anni '70, le edizioni che valgono di più
Fumetti anni ’70, le edizioni che valgono di più – linkcoordinamentouniversitario.it

Generalmente una simile situazione potrebbe accadere con qualsiasi tipologia di oggetto che nel tempo ha acquisito in ambito collezionistico notevole valore. Di solito si pensa per esempio a monete, banconote, francobolli, vecchi giocattoli o videogiochi. In questo senso, sono milioni i collezionisti pronti a investire cifre notevoli per portarsi a casa l’oggetto del momento. Negli ultimi anni, l’attenzione degli stessi appassionati si è spostata anche su altri oggetti, ovvero i fumetti.

Vecchi fumetti degli anni ’70, se possiedi questo hai un piccolo tesoro

Gli ultimi anni, cosi come anticipato hanno visto l’ascesa del collezionismo di fumetti. Vecchie edizioni, risalenti per lo più agli anni settanta che hanno letteralmente acceso la scintilla in milioni e milioni collezionisti di ogni parte del mondo. L’esempio degli Stati Uniti è più che mai da prendere in considerazione. La prima serie dei fumetti Marvel, da quelle parti, ma anche altrove, arriva a valere milioni di dollari, cifre letteralmente inimmaginabili.

Fumetti anni '70, 5 esemplari di valore
Fumetti anni ’70, 5 esemplari di valore – linkcoordinamentouniversitario.it –

Chiaramente le valutazioni cambiano in base a specifici elementi, un po’ come funziona per monete, banconote e tanto altro. Si valutano l’anno di stampa, le condizioni di conservazione e quant’altro. Tra i fumetti più vicini alla nostra tradizione, tra quelli oggi considerati piccoli gioielli, troviamo per esempio Diabolik.

Le serie più appetibili, in ambito collezionistico sono per esempio quelle degli anni 1962 e 1963. In questo caso, considerando la prima serie “Il re del terrore”, del 1962, per l’appunto, si può arrivare a una valutazione di circa 8mila euro. In merito alla terza serie, “L’inafferrabile criminale”, potremmo trovare valutazioni inferiori all’esempio precedente ma in ogni caso da migliaia e migliaia e di euro.

Stesso discorso per “L’arresto di Diabolik”, sesta serie e “L’assassino fantasma”, della settima. Oltre a “Terrore sul mare”, tutte del 1963. In tutti questi casi, la valutazione supera abbondantemente i mille euro. Mettersi alla ricerca in casa di vecchi fumetti degli anni settanta a questo punto rappresenta un atto praticamente dovuto, che potrebbe risultare molto fruttuoso.

Impostazioni privacy