Stipendio, a giugno più soldi in busta paga: come funziona il bonus e di quanto sarà

A giugno, i lavoratori vedranno un aumento nel loro stipendio mensile grazie a un bonus specifico. Scopriamo come funziona il bonus, chi ne ha diritto e di quanto sarà l’incremento.

Bonus stipendio
Bonus stipendio – Linkcoordinamentouniversitario.it

Il 2 giugno 2024 si celebra la Festa della Repubblica, una delle principali festività italiane. Quest’anno la ricorrenza cade di domenica, il che significa che per la maggior parte dei lavoratori non sarà possibile godere di un giorno di riposo aggiuntivo. Normalmente, quando una festività cade in un giorno lavorativo, i dipendenti hanno diritto a una giornata di pausa dal lavoro retribuita. Ma cadendo di domenica, questa opportunità viene a mancare, causando una certa delusione tra i lavoratori.

A giugno più soldi in busta paga

Nonostante la festività non goduta, c’è una buona notizia grazie alla legislazione italiana del 1949. Secondo l’articolo 5, comma 3, della legge n. 260 del 1949, i lavoratori sono tutelati anche quando la festività cade di domenica. La normativa prevede che, in questi casi, ai lavoratori spetta un’ulteriore retribuzione. In altre parole, il giorno festivo verrà comunque considerato come lavorato, con una conseguente maggiorazione dello stipendio.

La legge stabilisce che “Qualora la festività ricorra nel giorno di domenica, spetterà ai lavoratori stessi, oltre alla normale retribuzione globale di fatto giornaliera, anche una ulteriore retribuzione corrispondente all’aliquota giornaliera.”

Busta paga giugno
Busta paga giugno

Per quanto riguarda il trattamento economico aggiuntivo, questo si rifletterà direttamente nella busta paga dei lavoratori. L’importo della maggiorazione varia in base al tipo di retribuzione del lavoratore. Per gli impiegati e gli operai con stipendio fisso, l’importo aggiuntivo sarà equivalente a un giorno di lavoro. Ad esempio, con uno stipendio mensile di 2.000 euro, il bonus sarà di circa 77 euro lordi, mentre con uno stipendio di 2.500 euro, il bonus sarà di circa 96 euro lordi. Per i lavoratori retribuiti a ore, il bonus sarà calcolato moltiplicando il compenso orario per il numero di ore lavorative abituali. Così, un lavoratore che guadagna 10 euro all’ora e lavora 7 ore al giorno, riceverà un bonus di 70 euro.

Maggiorazione per chi lavora la domenica

Molti negozi, bar e ristoranti resteranno aperti il 2 giugno, perciò numerosi lavoratori saranno in servizio durante questa festività. In questi casi, la legge prevede che, oltre alla normale retribuzione, i lavoratori abbiano diritto a una maggiorazione variabile a seconda dei settori. Per determinare l’importo esatto, è necessario consultare il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro specifico.

Nel settore del commercio, ad esempio, i lavoratori che prestano servizio durante una giornata festiva come la domenica 2 giugno, hanno diritto a una maggiorazione del 30% sulla normale retribuzione. Nel settore dei multiservizi, che comprende i lavoratori delle pulizie, la maggiorazione è del 50%. Meno vantaggioso è il settore della ristorazione collettiva, commerciale e del turismo, dove la maggiorazione è solo del 20%.

È importante notare che, in generale, non è prevista una doppia maggiorazione per una festività che cade di domenica. Quindi, chi lavora il 2 giugno avrà diritto a un solo bonus in busta paga, sebbene alcuni Ccnl possano prevedere disposizioni diverse.

Impostazioni privacy