Si può diventare più intelligenti? Sì, e la scienza spiega anche come riuscirci

Lo sapevi che ci sono alcuni metodi da mettere in atto per riuscire a diventare più intelligenti? Scopriamo come fare

Innanzitutto, bisogna fare un passo indietro e ammettere che sì, in realtà esistono dei metodi o forse sarebbe meglio dire dei trucchetti che possiamo mettere in atto per riuscire a migliorare le nostre capacità cognitive e dunque per diventare più intelligenti.

migliorare l'intelligenza
Essere più intelligenti: ecco come si fa  – linkcoordinamentouniversitario.it

Proprio per questo motivo, bisogna entrare nell’ottica che possiamo effettivamente lavorare su noi stessi e dunque abbattere tutti i limiti che spesso ci auto imponiamo nella vita di tutti i giorni. Ma dunque, cosa possiamo fare per riuscire a diventare più intelligenti? Scopriamo insieme quelli che sono i trucchetti e i metodi da mettere in atto ogni giorno.

Come fare per diventare più intelligenti

Come prima cosa, per riuscire a incrementare e dunque migliorare la propria intelligenza potrebbe essere utile ridurre al minimo, magari fino a cancellare, quelli che sono dei possibili carici negativi che influiscono sulla nostra persona. Proprio per questo motivo, dobbiamo lavorare su tutto ciò che spesso agisce e influisce negativamente su di noi, come l’ansia e lo stress. Ovvero due condizioni che, come ben sappiamo, possono offuscarci e dunque distrarci da quelli che sono i nostri obiettivi da raggiungere. La calma è sempre la miglior consigliera, non dobbiamo mai dimenticarlo.

migliorare l'intelligenza
Essere intelligenti: ecco come si fa  – linkcoordinamentouniversitario.it

Un altro consiglio che potrebbe fare al caso nostro se vogliamo diventare più intelligenti riguarda proprio i nostri impulsi. Tutti noi, infatti, nella vita di tutti i giorni possiamo andare incontro a degli stimoli che generano in noi spesso risposte non controllare: come ad esempio un’azione troppo impulsiva, uno scatto di rabbia, una risposta data fuori controllo.

Ebbene, ciò che dobbiamo riuscire a fare è proprio agire su questi gesti e reazioni spesso incontrollati e involontari: insomma, dobbiamo imparare a domare noi stessi, soprattutto in quelli che sono i momenti più imprevedibili. Così, infatti, non rischieremo di intaccare, ad esempio, il nostro potere decisionale, i nostri comportamenti e soprattutto le nostre abitudini cognitive quando siamo sotto pressione.

Insomma, come senz’altro avrete capito, per diventare più intelligenti è di estrema importanza riuscire a governare le proprie emozioni, di cui spesso siamo schiavi e senza neanche rendercene conto, perché proprio loro possono abbassare il nostro QI. Allo stesso tempo, potrebbe essere molto utile per raggiungere questo obiettivo la scelta di rallentare: non c’è bisogno, infatti, di correre senza mai fermarsi per arrivare a un obiettivo.

Perché, come ben sappiamo, le cose fatte di fretta non sono mai fatte bene. E, soprattutto, andremmo incontro al rischio di far iper funzionare le nostre funzioni cognitive e dunque, a differenza di quanto potremmo pensare, a non essere più intelligenti ma semplicemente più frenetici. 

Impostazioni privacy