Scuola, migliaia di pensionamenti in arrivo: UIL risponde così, il piano assunzioni

La necessità di un approccio ben strutturato per rispondere efficacemente alla crisi di personale della scuola italiana è sempre più evidente.

Il mondo della scuola si trova ad affrontare una sfida senza precedenti: un’ondata di pensionamenti che coinvolgerà migliaia di docenti e personale Ata. Con quasi 31.000 addetti pronti a lasciare le aule nei prossimi mesi, si prevede che molti istituti dovranno affrontare un vuoto difficile da colmare senza un’azione decisa e immediata.

migliaia di pensionamenti nel mondo della scuola
Nel mondo della scuola si avvicina un periodo di grandi cambiamenti – linkcoordinamentouniversitario.it

Di questo fenomeno si è occupato recentemente anche Giuseppe D’Aprile, segretario generale di UIL Scuola, che parla di un sistema sull’orlo di una vera e propria crisi di personale, che avrà poi ripercussioni dirette sulla qualità dell’istruzione offerta agli studenti italiani. Le cause di questa massiccia uscita di scena sono molteplici: tra le più rilevanti c’è senza dubbio l’invecchiamento del corpo docente.

Ma in molti evidenziano anche che la professione è ormai caratterizzata da un carico di lavoro sempre più oneroso e burocratico che allontana gli insegnanti dalla loro principale missione: insegnare. In questo contesto di incertezza e di esigenza di rinnovamento, i sindacati evidenziano quindi la necessità di un piano straordinario di assunzioni che possa sia colmare il gap imminente, sia stabilizzare la situazione per il futuro della scuola italiana.

Piano straordinario di assunzioni nel mondo della scuola

Di fronte a questa emergenza, il sindacato UIL Scuola ha proposto una serie di misure concrete per rispondere alla situazione con efficacia e previdenza. Al centro dell’iniziativa UIL c’è l’esigenza di un piano straordinario di assunzioni che preveda l’ingaggio di nuovo personale e la stabilizzazione dei lavoratori precari, mosse indispensabili per garantire la continuità e la qualità dell’offerta formativa nelle scuole italiane.

assunzioni in arrivo nel mondo della scuola
Diverse associazioni sindacali propongono di incrementare le assunzioni, per far fronte all’imminente carenza di personale – linkcoordinamentouniversitario.it

UIL Scuola propone, come primo provvedimento, di utilizzare le Graduatorie di Istituto di prima fascia sia per i posti di sostegno che per i posti comuni. Questo approccio ha l’obiettivo di semplificare il processo di assunzione, rendendo più veloce e diretto l’inserimento di nuovo personale qualificato nelle scuole. Inoltre, garantirebbe una maggiore stabilità occupazionale ai lavoratori precari, offrendo loro prospettive di lungo termine nel sistema scolastico.

Allo stesso tempo, il sindacato sottolinea l’importanza di distinguere meno rigidamente tra organico di fatto e organico di diritto, una distinzione che spesso complica le procedure di assunzione e non rispecchia la reale necessità delle scuole. Per le supplenze, specialmente in ambito di sostegno, UIL Scuola raccomanda l’assunzione prioritaria di insegnanti con specializzazione, utilizzando graduatorie nazionali o regionali.

Questa strategia permetterebbe di garantire la presenza di personale altamente qualificato dove c’è maggiore necessità, assicurando agli studenti un supporto adeguato. Tra gli altri suggerimenti, il sindacato parla infine dell’introduzione di graduatorie volontarie per le supplenze di breve durata, con modalità di chiamata rapida e una presa di servizio immediata.

Questa proposta, ispirata a quanto già previsto per il personale docente della scuola dell’infanzia e primaria, offrirebbe una soluzione pratica e efficiente per la copertura tempestiva delle assenze brevi.

Impostazioni privacy