Ricco bonus di 1000 euro per questi lavoratori, premio extra: la sorpresa del governo

Ricco bonus di 1000 euro per questi lavoratori, premio extra: la sorpresa del governo che punta a riconoscere e valorizzare il loro impegno straordinario con un’iniziativa inattesa.

Ricco bonus di 1000 euro
Ricco bonus di 1000 euro

Al fine di accelerare il progresso del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), il governo Meloni ha deciso di riconoscere il contributo dei dipendenti statali che giocano un ruolo cruciale nelle operazioni. Un premio è stato assegnato ai dipendenti dell’Agenzia delle Entrate e delle Dogane e dei Monopoli, con un aumento salariale di 1.047 euro lordi recentemente introdotto.

Ricco bonus di 1000 euro

Questa iniziativa è stata istituita attraverso il decreto governativo sulla riduzione degli incentivi, conosciuto anche per le sue misure che stringono i requisiti per il Superbonus.

Ma il decreto non si limita solo a tagli, ma include anche notizie positive: i lavoratori coinvolti nei settori chiave per l’avvio dei progetti del PNRR e per l’attuazione della riforma fiscale saranno premiati per il loro impegno fino a questo momento. Questo premio servirà non solo da incentivo per il combattere l’evasione fiscale, ma sosterrà anche l’invio di 3 milioni di lettere ai contribuenti per promuovere il pagamento spontaneo delle tasse, una misura prevista solo per l’anno in corso. In attesa del rinnovo contrattuale, previsto solo nel 2025 per i dipendenti dell’Agenzia delle Entrate, il governo ha deciso di riconoscere e motivare i lavoratori impegnati in uno dei settori più critici della pubblica amministrazione, specialmente in questo momento.

Ricco bonus
Ricco bonus

Questo incentivo sarà fondamentale per raggiungere gli obiettivi del PNRR, nonostante le lacune di personale nelle due agenzie. Attualmente, l’Agenzia delle Entrate dovrebbe contare circa 43.000 dipendenti, escludendo i dirigenti, ma attualmente ne impiega solo 29.000. Nel prossimo triennio, il Piano Integrato dell’Amministrazione prevede l’assunzione di 11.657 dipendenti, inclusi dirigenti di secondo livello, funzionari e altre figure professionali.

Ma questa situazione presenta delle sfide per le altre amministrazioni pubbliche. A causa dei salari più elevati, l’Agenzia delle Entrate è diventata molto attraente per i dipendenti di altre amministrazioni, che spesso tentano di trasferirsi per migliorare la propria situazione economica. Questo è particolarmente evidente nei Comuni, dove le retribuzioni di partenza sono più basse e i premi sono meno generosi.

Fondi del PNRR

Inoltre, fino al 2026, una parte dei fondi del PNRR sarà destinata ad incentivare i cancellieri e altri dipendenti dei tribunali, con un premio pari al 15% della loro retribuzione (circa 4.500 euro). L’obiettivo è motivarli a ridurre il carico di lavoro pendente nei procedimenti civili e ad accelerare i tempi dei processi sia civili che penali.

La questione su dove il governo otterrà le risorse – circa 51 milioni di euro all’anno, di cui 38 per l’Agenzia delle Entrate e 13 per l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli – per finanziare questo bonus rimane aperta.

Impostazioni privacy