Quando ti verrà un tumore alla prostata penserai a come avresti potuto evitarlo

Da una certa età in su, il tumore alla prostata è un rischio concreto per gli uomini. Ecco le buone abitudini da adottare per scongiurarlo.

Le statistiche parlano chiaro. Nella popolazione maschile over 60 (ma non solo) i problemi alla prostata sono sempre più frequenti, con sintomi e disturbi fastidiosi, ed esiti – purtroppo – a volte fatali. Ma non siamo a corto di armi per contrastare un nemico invisibile quanto letale come il tumore che colpisce tale organo. O anche solo il suo ingrossamento (in gergo iperplasia prostatica benigna, IPB). E la strategia vincente comincia dall’alimentazione.

come evitare tumore alla prostata
L’avanzare dell’età, un forte aumento di peso, il diabete, uno stile di vita scorretto sono potenziali fattori di rischio per la salute della prostata. (Linkcoordinamentouniversitario.it)

L’aumento di volume della ghiandola prostatica è spesso una conseguenza del cambiamento fisiologico e ormonale di tale organo. Il sintomo più frequente è un bisogno impellente di urinare. E dall’ingrossamento alla prostatite o addirittura al cancro il passo può essere breve, complici l’avanzare dell’età, un forte aumento di peso, il diabete, la pressione e il colesterolo alti, problematiche cardiovascolari e/o uno stile di vita sedentario.

La ricetta perfetta contro il tumore alla prostata

La condizione di infiammazione può anche essere asintomatica, e se non viene curata tende a provocare infezioni, ristagni di urina e complicazioni varie. Di qui l’importanza di effettuare controlli a cadenza programmata e di seguire un’alimentazione ad hoc. Vediamo allora gli ingredienti più utili ed efficaci per il benessere della ghiandola prostatica.

come evitare tumore alla prostata
Sottoporsi a controlli regolari e seguire un’alimentazione ad hoc è fondamentale per evitare problemi alla prostata (e non solo). (Linkcoordinamentouniversitario.it)
  • Peperoni: sono ricchi di vitamina C, che aiuta a ridurre le infiammazioni e il gonfiore, migliorando anche la minzione. Quelli piccanti, come i jalapeño, svolgono anche una valida azione antitumorale.
  • Semi di zucca e frutta secca: i primi sono ottimi per fare il pieno di zinco, un toccasana contro il gonfiore della prostata, la seconda garantisce un ottimo apporto di vitamina E e selenio, aumentando i livelli di testosterone e attivando un’azione antitumorale.
  • Cibi con soia: l’ideale per fare la scorta di isoflavoni genisteina e daidzeina, di grande efficacia a livello di azione antitumorale.
  • Aglio: contrasta la pressione alta e rafforza il sistema immunitario, oltre ad attivare un’azione preventiva contro l’ipertrofia prostatica.
  • Verdure crucifere, specialmente broccoli, cavoli e cavolfiori: grazie all’alto contenuto di sulforafano sono armi preziose contro le cellule tumorali.
  • Pesce, e in particolare salmone, sardine, sgombri, trote e aringhe: gli acidi grassi omega 3 sono perfetti per contrastare le infiammazioni.
  • Tè verde: con i suoi composti antiossidanti non solo riduce l’infiammazione, ma migliora anche il flusso urinario.
  • Pomodori: contengono il licopene, che svolge una preziosa funzione antiossidante e antitumorale.
  • Legumi: contengono fitoestrogeni, anch’essi validi per contrastare le cellule tumorali.
  • Bacche e frutti rossi: sono antiossidanti naturali e una generosa riserva di vitamina C.
Impostazioni privacy