Penalizzazione e stangata per 6 club: succede l’inevitabile, tifosi in lacrime

Sono ben 6 i club che rischiano una pesante penalizzazione e sanzioni economiche che possono stravolgere il campionato

Non è semplice per i tifosi digerire una batosta di questo tipo. Col passare degli anni, sempre più club hanno subito penalizzazioni e multe salatissime per la gestione del Fair Play Finanziario. Un argomento che sembra stare molto a cuore all’UEFA, anche se non sempre si sono colpiti i grandi club.

Premier League, 6 club ricevono la penalizzazione
Penalizzazione per 6 club (ANSA) Linkcoordinamentouniversitario.it

Spesso, infatti, le critiche sono arrivate perché c’è stata disparità di trattamento tra club ‘minori’ – magai dell’Est Europa – e quelli dei top campionati o comunque che disputavano con assiduità la Champions League.

Quello che sta succedendo in queste settimane, però, è molto diverso. In Premier League sono stati giorni concitati in merito alla proposta di abolizione del VAR: una proposta respinta con 19 voti a favore del VAR e 1 contrario, quello del Wolverhampton. E oltre alla questione tecnologia in campo, c’è anche quella del Fair Play Finanziario.

Già, perché l’Aston Villa ha proposto all’Assemblea generale annuale della Premier di aumentare le perdite consentite dal Profitability and Sustainability Rules da 123 a 158 milioni di euro in un periodo di tre anni. Una proposta respinta con 15 voti contrari, 3 astenuti e 2 favorevoli.

Caos in Premier League, 6 club rischiano penalizzazioni e sanzioni

In Premier League potrebbe succedere un vero e proprio caos, perché sono ben 6 i club che rischiano una penalizzazione in classifica nel prossimo campionato e anche sanzioni economiche. Si tratta del già citato Aston Villa e di Chelsea, Everton, Leicester, Newcastle e Nottingham Forest.

Premier League, 6 club ricevono la penalizzazione
Batosta per il Chelsea e non solo (ANSA) Linkcoordinamentouniversitario.it

La scorsa stagione era toccato all’Everton ricevere una forte penalizzazione in classifica, che ha condizionato molto il campionato. I tifosi avevano protestato molto, perché non c’erano state sanzioni per il Manchester City, spesso sotto indagine per le presunte violazioni al Fair Play Finanziario così come il Chelsea.

Tutti e 6 club citati devono cedere i giocatori prima del 30 giugno per evitare di incorrere nelle sanzioni della Premier League. C’è tanta scelta, certo, soprattutto per il Chelsea che ha una miriade di giocatori da cedere. Tra questi c’è anche Romelu Lukaku, nel mirino del Napoli, che ha un costo a bilancio di 38 milioni di euro ed è proprio questa la cifra richiesta dai Blues.

Sarà molto interessante capire cosa succederà nelle prossime settimane. In questo senso, gli altri club osservano con attenzione, magari proprio per prelevare giocatori dalle rivali a un costo più basso e automaticamente indebolirle.

Impostazioni privacy