Paura d’amare: perché succede soprattutto superata questa età

Soprattutto in una certa fase della vita, le persone hanno paura di amare e di lasciarsi andare. Scopriamo perché. 

Sembra incredibile ma si può anche avere paura delle cose belle. Anzi, talvolta sono proprio le cose belle quelle che spaventano di più. Vediamo da cosa dipende la paura d’amare.

Paura d'amare cause
Molte persone hanno paura di innamorarsi – Linkcoordinamentouniversitario.it

L’amore non chiede il permesso: entra nella nostra vita quando meno ce lo aspettiamo e mette tutto in disordine. Per questo, per quanto a parole tutti vorremmo innamorarci e sentire il cuore battere, poi, nei fatti, siamo terrorizzati da queste emozioni e spesso fuggiamo, se ci rendiamo conto di iniziare a provare qualcosa di molto forte verso un’altra persona.

Del resto l’amore è un piccolo terremoto interiore. La sua potenza è tale da farci perdere il controllo e la razionalità. Per questo molti tendono ad esserne spaventati. La paura di amare è più comune di quanto si possa immaginare e colpisce soprattutto in una certa fase della vita.

Paura d’amare: ecco da cosa dipende

Anche se tutti, a parole, sosteniamo di essere pronti per una storia seria, in realtà molti di noi hanno paura di innamorarsi. Innamorarsi comporta sempre dei cambiamenti. Il cuore va da una parte anche quando il cervello consiglierebbe di andare dall’altra. Quando si ama si spegne molto spesso la razionalità.

Da cosa dipende la paura d'amare
La paura d’amare colpisce soprattutto ad un’età precisa  – Linkcoordinamentouniversitario.it

L’amore è gioia ma può anche essere motivo di sofferenza. C’è il rischio di non essere corrisposti oppure di essere traditi. Fondamentalmente chi ha paura di amare, ha paura di soffrire. E, nella maggior parte dei casi, questo timore deriva da precedenti esperienze in cui si è stati profondamente delusi o feriti. La paura di innamorarsi e provare emozioni forti colpisce soprattutto dopo i 50 anni.

A 20-25-30 anni le delusioni, tutto sommato, si superano più velocemente e, complice l’incoscienza della gioventù, ci si rimette in gioco in fretta pronti a vivere nuove avventure e nuove emozioni. A 50 anni e oltre si ha maggiore consapevolezza e questa può rappresentare un freno. Arrivati a 50 anni si ha una propria stabilità, un proprio equilibrio che si teme di perdere se ci si lascia andare e ci si innamora.

Inoltre molte persone sono single a 50 anni in quanto reduci da uno o più divorzi. E questo genera ansia e paura perché si teme di andare incontro ad altri fallimenti e ad altre sofferenze. La vera sfida – a tutte le età ma soprattutto dopo i 50 anni – è quella di non lasciare che siano le paure ad avere la meglio. Bisogna osare e rimettersi in gioco con la piena consapevolezza che, comunque vadano le cose, si resta in piedi lo stesso.

Impostazioni privacy