Passo carrabile gratis senza pagare il Comune: ora si può avere

Vorresti continuare ad avere il tuo passo carrabile ma sei stanco di pagare la tassa al Comune? Ecco cosa devi fare: funziona

Il passo carrabile consiste nello sbocco di un’area privata in una pubblica: quando un garage sbocca direttamente sulla strada, ad esempio, oppure quando il cortile di una casa dove vengono parcheggiate le auto va a finire su una zona ad alto scorrimento. Nessuno può sostare su un passo carrabile e non può farlo neanche il proprietario stesso ed è invece consentita una breve sosta per lo scarico merci o per piccole funzioni quotidiane.

Passo carrabile senza pagare il Comune
Passo carrabile senza pagare il Comune: è possibile, ecco come (linkcoordinamentouniversitario.it)

Ogni passo carrabile viene indicato da un apposito cartello e per ottenerlo è necessario muoversi con una specifica richiesta al proprio comune. Innanzitutto, quindi, si deve compilare una modulistica e si deve pagare la marca da bollo, quindi si deve versare annualmente il canone per la concessione. L’importo varia in base all’estensione della superficie, la zona in cui l’area si trova (in centro città costa di più), la natura dell’attività che lo richiede (un negozio o un’abitazione privata) e la tariffa base del Comune di riferimento. C’è però un modo per averlo gratuitamente: ecco qual è.

Passo carrabile gratuito: ecco come ottenerlo

Quando ci si muove per l’ottenimento di un passo carrabile si deve avere chiaro il fatto che si sta andando ad occupare del suolo pubblico: è questo il motivo per il quale si deve pagare il Cosap, quindi il Canone per l’occupazione permanente di spazi e aree pubbliche. C’è però un’eccezione, che si riscontra nell’ordinanza 21714 del 2022 della Corte di Cassazione: questa determina quali sono i casi nei quali si può non pagare la tassa comunale per il passo carrabile.

Passo carrabile senza pagare il Comune
Passo carrabile senza pagare il Comune: è possibile, ecco come (linkcoordinamentouniversitario.it)

Di fatto, questo avviene quando l’accesso è a filo con la strada, quindi quando il portone dell’abitazione o il cancello del garage accede direttamente alla strada, senza il marciapiede di mezzo. In questo caso, nessun centimetro di suolo pubblico verrebbe occupato e di conseguenza cadrebbe l’obbligatorietà di pagare la tassa ad esso relativa.

Attenzione, però, poiché non si tratta di una legge scritta nero su bianco ma di una decisione della Corte di Cassazione: prima di decidere di non pagare la tassa relativa al passo carrabile è quindi meglio chiedere informazioni a un avvocato, per evitare di ricevere una multa dal Comune stesso.

 

Impostazioni privacy