Nuovo concorso, stipendi da sogno: potrai lavorare all’università, anche per diplomati

Un nuovo concorso per lavorare all’Università, senza bisogno della laurea. Stipendi da sogno e posto fisso:  come inviare la domanda.

Il ”posto fisso” è ancora il sogno di molti italiani, che ancora vivono nell’incertezza dei troppi contratti a tempo determinato da parte delle aziende private. Il settore pubblico, di contro, assume spesso a tempo indeterminato e periodicamente bandisce concorsi rivolti a varie categorie. Non solo i laureati hanno possibilità di accedere ai bandi, ma sono aperti anche a diplomati o persone con licenza media.

Nuovo concorso pubblico a tempo indeterminato
Il nuovo concorso pubblico (linkcoordinamentouniversitario.it)

Lavorare in una Pubblica Amministrazione offre delle garanzie che molte aziende del settore privato non garantiscono al lavoratore. Oltre al “posto fisso”, ovvero il contratto a tempo indeterminato, che è più utilizzato dalle aziende pubbliche, anche gli stipendi offerti sono più alti rispetto al settore privato. Inoltre, c’è la possibilità che i contratti applichino quello che spetta al lavoratore, in termini di ferie, straordinari, tredicesima e via dicendo.

Arriva il concorso all’Università, ma non cerca soltanto laureati

Sono tanti i neo laureati o neo diplomati che controllano i bandi alla ricerca di lavori nella Pubblica Amministrazione. Per essere assunti da una PA è necessario sostenere il concorso pubblico, che consiste in un esame che spesso è in forma scritta, come nel caso del recente concorso, volto all’assunzione di personale all’Università. E non sono ricercati soltanto laureati.

Il concorso per lavorare all'università
Il concorso all’università (linkcoordinamentouniversitario.it)

É l’Università di Parma a cercare cinque nuovi dipendenti, attraverso la pubblicazione di elenchi aperti a persone laureate e diplomate. Si cercano 4 dipendenti nella sezione amministrativa, categoria C, livello C1, nei progetti “Dipartimenti di eccellenza 2023-2027” – Codice concorso 2023ptaC018. Il personale dovrà supportare la gestione delle procedure contabili del dipartimento, gestire le procedure di acquisizione relative ai dipartimenti e supportare i progetti finanziati attraverso le risorse nazionali e comunitarie, il reporting e la rendicontazione dei progetti.

L’Università di Parma cerca un dipendente che si occuperà dell’area tecnica, scientifica e nell’elaborazione dei dati. Il candidato appartiene alla categoria D, livello D1, presso Osservatorio Idrometeorologico – Codice Concorso 2023ptaD018. La risorsa si occuperà dell’assistenza didattica e scientifica nei settori meteorologici e idrogeologici, sia sul campo che in lavoratorio, con particolare attenzione a gestire l’Osservatorio Idrometeorologico.

I candidati devono essere maggiorenni, godere dei diritti civili e politici. Essere fisicamente abili all’impiego e avere uno stato regolare riguardo agli obblighi militari. Non devono essere esclusi dall’elettorato politico attivo e non essere stati licenziati presso una PA per rendimento insufficiente e motivi disciplinari. Inoltre non devono aver ricevuto condanne penali con sentenza passata in giudicato né essere oggetto di procedimenti penali e amministrativi.

Il concorso per ”tecnici” richiede l’aver conseguito una laurea triennale, magistrale o specialistica di vecchio o nuovo ordinamento; mentre per “amministrativi” un diploma di scuola secondaria superiore. La selezione del concorso prevede due prove di esame, una orale e una scritta.

Sono richieste competenze come l’abilità ad usare software informatici comuni, e-mail, navigazione internet e capacità di gestione di un Osservatorio idrometeorologico. Le domande di partecipazione vanno inviate entro il 10 gennaio 2024 alle ore 13.00 solo tramite procedura telematica utilizzando la piattaforma PICA, dove si può accedere con SPID o registrazione. La richiesta deve allegata da Cv europeo.

Impostazioni privacy