Nuovo bonus per i lavoratori dipendenti: di cosa si tratta e come richiederlo

In arrivo nuovi bonus per i lavoratori dipendenti, ecco di cosa si tratta e quali sono i requisiti necessari per poterli ottenere.

Nuovi bonus e agevolazioni saranno introdotti per i lavoratori dipendenti, ciò riguarda soprattutto chi dovrà presentare la dichiarazione dei redditi. Questo passaggio è cruciale per ogni contribuente, tuttavia non è sempre obbligatorio, per questa ragione, bisogna analizzare la propria situazione e compilare il modello 730 correttamente. Informandosi adeguatamente si andranno ad evitare sanzioni fiscali e si potrà accedere a detrazioni o rimborsi.

Nuovo bonus per i lavoratori
Nuovo bonus per i lavoratori dipendenti: quali sono – linkcoordinamentouniversitario.it

Non tutti sono tenuti a presentare la dichiarazione dei redditi, infatti se non ci sono imposte da versare o se già sono state trattenute, si potrebbe essere esonerati. Il discorso è lo stesso anche per chi percepisce un reddito esente come ad esempio la pensione di invalidità. Bisogna tenere a mente che nonostante si possa essere esonerati si dovrà comunque presentare la dichiarazione per dichiarare le spese sostenute, e godere di detrazioni e rimborsi.

Agevolazioni per i lavoratori dipendenti, ecco chi riguarda e come funziona

Alcune categorie non sono tenute a presentare la dichiarazione dei redditi, infatti se non ci sono imposte da versare o se già sono state trattenute, si potrebbe essere esonerati. L’agevolazione include coloro che percepiscono un reddito ad esempio da un’abitazione principale, i lavoratori dipendenti e i pensionati, oltre a chi riceve un reddito soggetto a ritenuta alla fonte.

Nuovo bonus, di cosa si tratta
Nuovo bonus per i lavoratori dipendenti: quali sono  – linkcoordinamentouniversitario.it

L’esenzione tuttavia dipende dalla tipologia di reddito e da un limite massimo di reddito percepito. Nonostante l’esenzione, sarà necessario presentare il modello 730, ciò accade soprattutto quando le addizionali all’Irpef non sono state trattenute o ciò che è stato trattenuto è inferiore rispetto a quanto dovuto. Questa condizione potrebbe verificarsi in varie situazioni come ad esempio un cambiamento della situazione lavorativa, nuove fonti di reddito o una modifica dell’aliquota fiscale.

Per queste ragioni, è consigliato rivolgersi a un professionista ed analizzare in maniera approfondita la propria situazione finanziaria tenendo in considerazione le addizionali dell’Irpef. Il consiglio inoltre è quello di verificare le novità e i cambiamenti normativi che potrebbero influire anche sugli addizionali Irpef. La normativa fiscale infatti può subire modifiche periodiche.

Chi svolge un’attività di collaboratrice domestica o di badante ad esempio, ha diritto a un bonus Irpef mensile e per questa ragione queste categorie sono tenute a presentare la dichiarazione dei redditi. Lo stesso discorso riguarda anche i percettori di indennità di disoccupazione che dovranno tener conto dell’applicazione delle detrazioni, soprattutto nel momento in cui avessero percepito uno stipendio o un’indennità.

Impostazioni privacy