Marcell Jacobs, errore fatale: l’annuncio che non lascia dubbi

Marcell Jacobs è sceso in pista allo stadio dei Marmi al Roma Sprint Festival per i 100m, per la seconda uscita stagionale

La prima gara di Marcell Jacobs era stata a Jacksonville, dove aveva chiuso la gara dei 100m con un buon tempo di 10.11. Il velocista italiano era apparso subito in ottima forma dando buone sensazioni alle World Relays.

Marcell Jacobs pessima partenza
L’errore fatale di Jacobs (LaPresse) Linkcoordinamentouniversitario.it

Quest’oggi c’è stata, invece, la gara al Roma Sprint Festival con il campione italiano che è sceso in pista con l’obiettivo di abbassare l’ultimo tempo. La condizione deve crescere ancora e la concorrenza è alta, con Chituru Ali che qualche settimane fa si è affermato a Dubai con un interessante 10.06.

E lo stadio dei Marmi si è subito scaldato per la gara tra i due atleti italiani, soprattutto per Marcell Jacobs. L’Italia ha fame ancora di medaglie, c’è fiducia per le Olimpiadi di Parigi 2024. La condizione, però, deve ancora migliorare come sottolineato dallo stesso atleta italiano.

C’è, infatti, un aspetto che Jacobs deve migliorare: gara conclusa con un 10.07, migliorato dunque l’ultimo tempo a Jacksonville, ma forse ci si aspettava qualcosina in più. Magari proprio scendere sotto i 10”, come tutti si auspicavano in vista dei prossimi Europei di atletica.

Marcell Jacobs ha commesso un errore: l’ammissione in diretta

Alle spalle di Jacobs, è arrivato Chituru Ali con 10.11 e subito dopo Matteo Melluzzo con uno splendido 10.13. Ma il campione olimpico dei 100m ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Sky Sport ammettendo il proprio errore: “La gara in sé è andata abbastanza bene, mi sembra di essere partito un po’ lento rispetto a quello che so fare. Sono molto contento di aver corso in questo ambiente con queste persone, mi sono divertito tantissimo”.

Marcell Jacobs pessima partenza
L’errore fatale di Jacobs (LaPresse) Linkcoordinamentouniversitario.it

Prosegue poi Jacobs: “La pista è ottima, non si può dire niente, le stesse sensazioni che ho avuto in allenamento sono quelle che ho avuto oggi. Sono felice di aver iniziato la stagione in Italia. Se mettevo insieme la partenza nelle prove di riscaldamento con la seconda parte sarebbe uscita un’altra gara. Mi è mancata ancora quella parte, molto contento della seconda. Bisogna lavorare meglio in partenza”.

Lo stesso Jacobs si è soffermato ancora una volta nello studio Sky: “Rivedendo la partenza, ammetto che è stata davvero pessima. Lavoriamo sulla prima parte di gara, completamente diversa rispetto a prima, perciò sto facendo un po’ di fatica a renderla mia”.

Insomma, non resta che attendere le prossime gare per raccogliere soddisfazioni maggiori. L’errore di Jacobs è stata la partenza, un po’ lenta rispetto al solito, poi una veloce ripresa gli ha permesso di concludere con un buon tempo. Non resta che attendere la prestazione agli Europei.

Impostazioni privacy