Tutto quello che non sai (e dovresti sapere) su Mahmood: età, origini, amore, vita privata

Mahmood si presenta al Festival di Sanremo da outsider ma con due vittorie all’attivo

Uno dei protagonisti più attesi del 74esimo Festival di Sanremo è senza dubbio Mahmood.

Uno scatto di Mahmood, in uscita il suo nuovo album
Uno scatto di Mahmood, in uscita il suo nuovo album – Credits Giulia Bersani (linkcoordinamentouniversitario.it)

Dopo il successo con Soldi, che lo ha imposto anche a livello internazionale grazie al suo ottimo piazzamento all’Eurovision Song Contest, il cantante milanese è riuscito incredibilmente a bissare a distanza di pochissimo tempo con Brividi in coppia con Blanco. E ora è uno degli inevitabili favoriti per la rassegna che si apre. 

Mahmood torna a Sanremo

Il brano con il quale Mahmood si ripresenta a Sanremo si intitola Tuta Gold.  Mahmood, che si appresta in estate a iniziare un lunghissimo tour europeo con due date al Fabrique di Milano la prima delle quali è già completamente esaurita, la descrive con un anello di congiunzione tra passato e futuro.

Mahmood ama Sanremo e la sua atmosfera confusa e frenetica: “Ritornerei ogni anno a Sanremo – dice – è il palcoscenico migliore per far conoscere una canzone e qui mi sono sempre divertito tanto. Vincere è stato importante, ma anche l’atmosfera che si vive qui è davvero speciale. Tuta Gold è nata la scorsa estate quando ero con alcuni amici a un rave a Berlino. Ho scritto i primi versi la sera stessa, tornando in albergo. Dal punto di vista narrativo è un ritorno al mio passato: ma senza angosce. Credo di avere raggiunto una certa maturità dal punto di vista emotivo”.
Si tratta di qualcosa di diverso rispetto a Soldi e Brividi: “Ho voluto un ritmo festaiolo, un funk molto ballabile e disimpegnato. Penso che sia un brano divertente, a me per lo meno è piaciuto molto”.

Gli esordi e X Factor

Dopo la vittoria di Sanremo nel 2019 con Soldi, Mahmood si è trovato a gestire una popolarità davvero notevolissima. Il brano è entrato rapidamente in classifica in quasi tutti i paesi. La sua prima canzone raccontava senza reticenze e in modo molto diretto il suo difficile rapporto con il padre, un uomo egiziano con il quale non ha più rapporti fin da quando era piccolo.

Oggi Mahmood ha 32 anni, ha avuto la fortuna di viaggiare moltissimo, ma torna sempre a casa. Dove continua a vivere accanto alla mamma, una donna sarda, non lontano dalla casa che hanno condiviso al Gratosoglio, uno dei quartieri della periferia più popolare di Milano.

Mahmood, 32 anni, due vittorie a Sanremo
Mahmood, 32 anni, due vittorie a Sanremo – Credits Giulia Bersani (linkcoordinamentouniversitario.it)

Mahmood, all’anagrafe Alessandro Mahmoud, è uno dei tanti talenti rimbalzati a Sanremo di ritorno da un talent show. Era il 2012 quando Mahmood fa il suo esordio a X Factor. Era la sesta edizione del talent che all’epoca si era già trasferito su Sky. In giuria Morgan, Arisa, Simona Ventura ed Elio. Nell’edizione che sarà vinta da Chiara Galiazzo, Mahmood viene scartato da Simona Ventura ai bootcamp per poi essere ripescato e uscire definitivamente nel corso della terza puntata.

L’esordio a Sanremo

Un passaggio decisivo che consente a Mahmood di trovare spazio e determinazione per concretizzare i suoi testi. A Sanremo arriva tra le nuove proposte del 2015 con Dimentica. Si piazza quarto, non basta per entrare al Festival. Ma nel 2018 con Gioventù Bruciata sbanca: primo posto e premio della critica. L’anno dopo è all’Ariston: e vince da esordiente sia il primo posto assoluto che quello della critica.

I successivi singoli di Mahmood lo impongono nella classifica italiana: non solo come interprete grazie a Barrio, Rapide e Inuyasha ma anche nel suo ruolo di autore scrivendo Andromeda per Elodie e Hola (I Say) per Marco Mengoni e Tom Walker. La vittoria del Festival nel 2022 con Brividi insieme a Blanco è una conferma innegabile del suo talento e del suo rapporto davvero molto speciale con il pubblico.

Perché si chiama Mahmood

La scelta di utilizzare come nome d’arte una forma deviata di quello che è il suo cognome è un vezzo che Mahmood ha spiegato durante le sue prime conferenze stampa a Sanremo nel 2017: “Mi piaceva l’idea che il mio cognome avesse un’assonanza con my mood, che in inglese significa il mio stato d’animo. Ho sempre cercato di trasferire nelle cose che scrivo la mia emotività, una forma di analisi, di introspezione. Più che essere capito mi interessa raccontarmi, spiegarmi”.

Riservatezza sulla sua sfera sentimentale

Estremamente riservato sulla sua vita privata, Mahmood è stato molto rigido nel non rispondere mai a domande che riguardano la sua sessualità. Voci, a volte nemmeno troppo garbate di sedicenti amici, conoscenti e amici degli amici, hanno tirato in ballo la sua presunta omosessualità. La sua unica dichiarazione è sempre stata che non ci sono dichiarazioni da fare in tal senso. Come se la cosa riguardasse solo e soltanto lui: ma soprattutto dando l’idea che una dichiarazione finirebbe per far risaltare aspetti che hanno a che fare con la sua sfera privata, e non artistica.

Mahmood a destra con Blanco dopo la vittoria di Sanremo di due anni fa – Credits ANSA (linkcoordinamentouniversitario.it)

I rumors intorno alle sue relazioni sono stati moltissimi, mai confermate e nemmeno smentite. Si parla di una relazione piuttosto lunga all’epoca della sua prima presenza a Sanremo con una ragazza della quale erano uscite anche alcune foto. Poi una seconda relazione con lo stilista Lorenzo Tobia Marcucci. Da un paio d’anni Mahmood sarebbe impegnato in una relazione con il ballerino di Amici Gabriele Esposito.

In una delle sue pochissime dichiarazioni sull’argomento Mahmood aveva dichiarato a La RepubblicaNon ho mai detto di essere gay. La mia è una generazione che non rileva differenze se hai la pelle di un certo colore o se ami qualcuno di un sesso o un altro. Io sono fidanzato, ma troverei poco educata la domanda se ho una fidanzata o un fidanzato. Specificare significa già creare una distinzione”.

Qualche mese dopo a un giornalista che gli chiedeva come andasse la vita sentimentale rispose… “Meglio non parlare d’amore, le cose non vanno particolarmente bene”.

Mahmood, un nuovo album

Mahmood a Sanremo presenterà anche il suo nuovo album Nei Letti degli Altri del anche Tuta Gold fa parte. Nella serata delle cover del Festival, venerdì, la sua scelta è caduta su un brano di grande ispirazione, Come è profondo il mare di Lucio Dalla, quasi a volere riaffermare il suo rapporto speciale con la canzone d’aurore. Ad accompagnarlo i Tenores di Bitti Remunnu ‘e Locu, gruppo storico di canto a tenore sardo. Un altro elemento distintivo che lo collega alla madre, originaria proprio della Sardegna.

Mahmood arriva all’Ariston con 29 dischi di platino e 7 dischi d’oro solo in Italia, altri 6 dischi di platino e tre dischi d’oro all’estero oltre a 3 miliardi di stream totali all’attivo.

Grande attesa per la sua tournée in partenza ad aprile con numerose date nei principali club europei e due date al Fabrique di Milano, previste per il 17 maggio (sold out) e il 18 maggio.

A seguire le date del tour estivo. Soprattutto festival tra i quali l’Anima Festival di Cervere (Cuneo), il Sunset Festival di Lignano Sabbiadoro, il Bertelli Live di Forte dei Marmi, l’Oversound Music Festival di Gallipoli, il Sotto il Vulcano Fest  a Catania e il Roccella Summer Festival di Roccella Jonica (RC).

Calendario dello European Tour

4 aprile 2024 – Rockhal, Lussemburgo (Lussemburgo)
7 aprile 2024 – Kentish Town Forum, Londra (UK)
8 aprile 2024 – Olympia, Parigi (Francia)
10 aprile 2024 – Komplex 457, Zurigo (Svizzera)
12 aprile 2024 – Thonex Live, Ginevra (Svizzera)
13 aprile 2024 – Live Music Hall, Colonia (Germania)
15 aprile 2024 – Paradiso, Amsterdam (Paesi Bassi)
16 aprile 2024 – Cirque Royal, Bruxelles (Belgio)
18 aprile 2024 – Im Wizemann, Stoccarda (Germania)
21 aprile 2024 – Huxleys Neue Welt, Berlino (Germania)
22 aprile 2024 – Stodola, Varsavia (Polonia)
8 maggio 2024 – Riviera, Madrid (Spagna)
9 maggio 2024 – Razzmatazz, Barcellona (Spagna)
11 maggio 2024 – Sala Mamba, Murcia (Spagna)
12 maggio 2024 – Pazo de la Cultura, Pontevedra (Spagna)
17 maggio 2024 – Fabrique, Milano (Italia) sold out
18 maggio 2024 – Fabrique, Milano (Italia)

Calendario del Summer Tour

19 luglio 2024 – Bologna – Sequoie Music Festival – Parco Caserme Rosse
20 luglio 2024 – Cervere (CN) – Anima Festival – Anfiteatro dell’Anima
12 agosto 2024 – Lignano Sabbiadoro (UD) – Sunset Festival – Arena Alpe Adria
14 agosto 2024 – Forte dei Marmi (LU) – Bertelli Live – Villa Bertelli
18 agosto 2024 – Gallipoli (LE) – Oversound Music Festival – Parco Gondar/Pineta
20 agosto 2024 – Catania – Sotto il Vulcano Fest – Villa Bellini
21 agosto 2024 – Palermo – Teatro di Verdura
23 agosto 2024 – Roccella Jonica (RC) – Roccella Summer Festival – Teatro al Castello

Impostazioni privacy