Loredana Bertè, le sue colpe nella morte di Mia Martini: è lei stessa ad ammetterlo

Impossibile per Loredana Bertè dimenticare quanto accaduto a sua sorella Mia Martini. Ecco le colpe che si attribuisce

Classe 1950, Loredana Bertè è la sorella minore di Mia Martini, nata Domenica Rita Adriana Bertè ma diventata famosa in tutt’Italia con il suo nome d’arte. Le due, che hanno altre due sorelle di nomi Leda e Olivia, sono figlie di due insegnanti. La madre insegnava alle elementari e il padre era professore di latino e greco in un liceo. La loro vita non è stata facile e oggi, a distanza di ventotto anni dalla morte di Mia Martini, Loredana Bertè non riesce a non attribuirsi delle colpe.

Loredana Bertè parla della morte di Mia Martini
Loredana Bertè parla della morte di Mia Martini: ecco le colpe che si attribuisce (linkcoordinamentouniversitario.it / ansafoto)

Entrambe caratterizzate da due vocalità importanti, con una forte potenza interpretativa nonché di estensione, Loredana e Mia iniziano il proprio percorso nel mondo dell’arte in due modi diversi. Se la prima esordisce negli anni Sessanta come ballerina al Piper Club, poiché come lei stessa ha ammesso non ci pensava minimamente a cantare, Mia invece ha avuto la passione del canto fin da piccola, tant’è che inizia a cantare nelle feste e nelle balere già in adolescenza. Ecco però come se n’è andata Mia Martini e quali colpe si attribuisce Loredana.

Loredana Bertè parla di Mimì: le sue colpe

La vita di Mia Martini non è stata affatto facile. Innanzitutto, due interventi alle corde vocali subiti negli anni Settanta la mettono a dura prova e le modificano il timbro e l’estensione. Negli anni Ottanta, poi, iniziano a circolare alcune maldicenze sul suo conto che la indeboliscono al punto che, nel 1983, decide di ritirarsi dalle scene. Torna nel 1989 con Almeno tu nell’universo, brano che la riporta in auge. Nel 1995, però, il 14 maggio viene trovata senza vita nel suo appartamento di Cardano al Campo, a Varese.

Loredana Bertè parla della morte di Mia Martini
Loredana Bertè parla della morte di Mia Martini: ecco le colpe che si attribuisce (linkcoordinamentouniversitario.it / ansafoto)

A tal proposito, Loredana Bertè si sente in colpa poiché pensa di non esserle stata tanto vicina. “Avrei dovuto fare un viaggio di meno e starle vicino. Una cosa non mi perdono: non aver preso il telefonino, come lei mi aveva chiesto di fare“, ha rivelato in diverse interviste, supponendo quindi che se avesse potuto sentirla via cellulare forse Mia si sarebbe sentita meno sola.

In realtà non si sa quale sia la reale causa della morte: sebbene molti pensino a un suicidio, altrettanti suppongono che possa essere stato un malore poiché, proprio di recente, era stata ricoverata due volte d’urgenza per via di dolori al braccio sinistro e allo stomaco, che però erano stati ignorati dal suo staff.

Impostazioni privacy