Insegnare senza laurea si può: ecco cosa fare e i requisiti richiesti

Molti sono colori che si chiedono se sia possibile insegnare senza laurea, una domanda con risposta affermativa. Ma vediamo come funziona.

A differenza di come molti credono, vi è la possibilità di insegnare anche senza laurea. Infatti, gli aspiranti docenti che attualmente si trovano a fare i conti con i percorsi formativi da 60 cfu, non sempre sono a conoscenza del fatto che hanno la possibilità di iniziare già ad insegnare in alcune classi, anche se ancora non si sono laureati.

Insegnare senza laurea: come si fa
Insegnare senza laurea: come si fa – linkcoordinamentouniversitario.it

Ma cos’è che permette di riuscire ad insegnare anche senza laurea? Andiamo ad analizzare insieme le varie opportunità che offre il mondo dei percorsi formativi e in particolar modo quello della Mad.

Come iniziare ad insegnare senza aver conseguito la laurea

Per riuscire ad insegnare senza essersi ancora laureati, è possibile avvalersi della Mad, ossia un acronimo che sta per Domanda di Messa a Disposizione. Si tratta di una candidatura che tutti coloro che sono in possesso di alcuni titoli, previsti per una classe di concorso oppure per il sostegno, hanno la possibilità di fare in ogni scuola d’Italia.

Insegnare senza laurea con la Mad
Giovane insegnante linkcoordinamentouniversitario.it

Attraverso questa domanda, tutti gli aspiranti insegnanti hanno la possibilità di mettersi a disposizione di una scuola così da colmare la mancanza dell’organico. Ma in che modo funziona e quali sono le materie che si possono insegnare? Nel momento in cui sono terminate le nomine per le graduatorie provinciali per le supplenze, ogni dirigente scolastico ha la possibilità di affidarsi alle Mad.

Ed è proprio per tale ragione che il ricorso alla Mad risulta essere molto più frequente, specie per gli aspiranti docenti che ancora non hanno avuto l’occasione di prendere parte ai concorsi e quindi di accumulare punti. Chiunque ha la possibilità di inoltrare la domanda di Messa a Disposizione, anche se sarebbe meglio avere una laurea magistrale che dà la possibilità di accedere direttamente ad una classe di concorso.

Inoltre è possibile candidarsi attraverso una Mad se si è in possesso solo di una laurea triennale oppure di un diploma di maturità. Per capire invece che cosa è possibile insegnare, bisogna prendere in considerazione il diploma che si possiede. Infatti, chi ha conseguito un diploma ITP, ha la possibilità di accedere alle classi di concorso che partono dalla B02 fino alla B32. Anche con il diploma del liceo invece vi è la possibilità di inviare la Mad, cercando nelle scuole primarie e in quelle secondarie di primo e di secondo grado.

La Mad può essere inoltrata in una sola provincia, senza l’iscrizione in nessun graduatoria per supplenze. Dopo aver trovato le scuole a cui si vuole inviare la Mad, ogni aspirante docente può scegliere come inviare la richiesta:

  • inviarla in autonomia, attraverso il sito web istituzionale della scuola e andando a cercare la sezione inerente all’invio della mad;
  • inviarla automaticamente utilizzando una piattaforma a pagamento dedicato agli invii Mad delle domande a molti istituti.

Dopo aver inviato la Mad, non bisogna far altro che attendere di essere chiamati per iniziare a insegnare.

Impostazioni privacy