Insegnare senza concorso e laurea: inizi subito con le regole 2024

Se il tuo sogno è insegnare e diventare professore ma credi di non averne i titoli, forse da oggi puoi realizzarlo lo stesso: ecco come

Quella dell’insegnamento è una professione decisamente importante nella nostra società, poiché di fatto chi fa questo mestiere ha in mano la generazione del futuro. Più che un lavoro come gli altri questa è una vera e propria missione, che quindi dev’essere svolta da chi se la sente come propria e da chi pensa di avere la pazienza, il talento e la capacità giusta per svolgerla. Se anche tu ti senti così ma non hai i titoli adeguati, ecco cosa devi sapere.

Insegnare senza laurea né concorso
Insegnare senza laurea né concorso: ecco com’è possibile (linkcoordinamentouniversitario.it)

Ad oggi, in Italia per insegnare nelle scuole elementari è necessario essere laureati in Scienze della Formazione Primaria, quindi partecipare a un concorso statale e sperare di riuscire ad ottenere una cattedra. Lo stesso vale per le scuole secondarie di primo e di secondo grado, che però richiedono la laurea nello specifico settore nel quale si vuole insegnare, oltre a un preciso numero di crediti riferito a materie umanistiche e socio-psico-pedagogiche. Ma in realtà, c’è un modo per aggirare questa regola: eccolo.

Insegnare senza laurea né concorso pubblico: ecco come si fa

Frequentando il liceo delle scienze umane, che dal 2010 sostituisce l’ormai obsoleto istituto magistrale, si ottiene il diploma magistrale. Se un tempo con questo titolo di studio si poteva entrare di diritto nel mondo dell’insegnamento, oggi invece non è più sufficiente e richiede un successivo percorso all’Università per poter insegnare. Ma in realtà ci sono delle eccezioni.

Insegnare senza laurea né concorso
Insegnare senza laurea né concorso: ecco com’è possibile (linkcoordinamentouniversitario.it)

Chi ha conseguito il diploma magistrale entro l’annata 2001/2002 ancora oggi può accedere all’insegnamento in modo diretto, senza quindi dover frequentare l’Università e prendere la laurea specifica. Gli basta infatti iscriversi alle Graduatorie Provinciali Permanenti per quanto riguarda le scuole dell’infanzia e le scuole primarie oppure partecipare al concorso ordinario per cercare di ottenere un posto di ruolo.

Infine è possibile inviare la MAD, cioè la Messa a Disposizione per sostituzioni relative a brevi periodi o maternità in istituti vicini a casa. Di fatto, quindi, se si ha conseguito il diploma magistrale a partire dall’anno accademico 2002/2003, non è affatto possibile insegnare in qualsiasi scuola di qualsiasi livello senza aver conseguito la laurea. In questo caso, è di conseguenza necessario iscriversi all’Università e proseguire con gli studi, oppure pensare a una carriera alternativa.

Impostazioni privacy