INPS, dove trovare e come leggere i contributi: perché è fondamentale

L’INPS mette a disposizione degli utenti un valido strumento per verificare la loro situazione contributiva. Scopriamo come si utilizza.

L’Estratto conto contributivo è la certificazione in cui sono specificati tutti i contributi del lavoratore effettivamente accreditati presso gli archivi INPS.

estratto contributivo inps
Come si ottiene l’estratto conto contributivo all’INPS (linkcoordinamentouniversitario.it)

In altre parole, consente di conoscere l’elenco dei versamenti da lavoro, figurativi e da riscatto, a seconda della gestione previdenziale alla quale il contribuente appartiene. Grazie a tale documento, tutti i lavoratori possono controllare se ci sono eventuali irregolarità nella propria situazione contributiva e se il datore di lavoro è stato inadempiente e non ha versato i contributi dovuti.

In quest’ultimo caso, l’interessato può segnalare le incongruenze all’Istituto di Previdenza e provvedere alla regolarizzazione della propria posizione. Si tratta di un’operazione fondamentale soprattutto per coloro che intendono andare in pensione e che necessitano di scoprire se possiedono l’anzianità contributiva prevista dalla forma di pensionamento a cui devono accedere.

A tal fine, è necessario anche effettuare la richiesta del cd. Estratto conto certificativo, che attribuisce valore legale all’attestazione della posizione assicurativa. Ma in che modo si consulta l’Estratto conto? I passaggi solo semplici e intuitivi, scopriamo quali sono.

Inps, estratto conto contributivo: cosa contiene e come si richiede

Il lavoratore ha diritto a consultare il proprio Estratto conto contributivo in modalità telematica, tramite l’apposito servizio messo a disposizione dal portale dell’INPS.

Come si richiede l'estratto conto contributivo
Come si richiede l’estratto conto contributivo – Foto: Ansa – (linkcoordinamentouniversitario.it)

Il documento consente, innanzitutto, di controllare le varie posizioni previdenziali, distinte per colore a seconda della circostanza che il periodo lavorativo sia stato svolto presso datori privati o pubblici oppure come lavoro autonomo.

I versamenti sono differenziati a seconda della Gestione previdenziale. Per esempio, gli accrediti di coloro che risultano iscritti all’Assicurazione Generale Obbligatoria (AGO) si trovano nell’Estratto conto previdenziale, mentre quelli degli iscritti alla Gestione Separata sono consultabili nell‘Estratto conto parasubordinati.

Nell’Estratto conto previdenziale sono specificati i dati anagrafici del contribuente e tutti i versamenti effettuati, divisi in:

  • periodo di riferimento;
  • tipologia di contributi;
  • contributi utili elencati in giorni, settimane o mesi, sia ai fini del calcolo della pensione sia ai fini del raggiungimento del diritto alla prestazione;
  • retribuzione o reddito;
  • dati del datore di lavoro;
  • eventuali note, specificate alla fine del documento.

Tramite questo servizio, inoltre, i lavoratori dipendenti privati possono verificare e scaricare tutte le informazioni riguardanti i versamenti effettuati dal 2005 a oggi. Basta inserire le proprie credenziali e accedere alla pagina in cui si trova la lista di tutte le denunce retributive suddivise per anno; dopo aver cliccato sul numero di matricola, è possibile verificare la situazione retributiva annuale.

In alternativa alla consultazione online, è possibile richiedere l’Estratto attraverso il Contact Center, al numero 803.164 (gratuito, da rete fissa) o allo 06.164.164 (a pagamento, da rete mobile), oppure rivolgendosi a un Patronato o a un intermediario dell’Istituto.

Impostazioni privacy