Indigestione da smartphone: perché controllare di continuo il cellulare non è affatto una buona idea

Ormai gli smartphone sono diventati uno strumenti imprescindibile per tutti noi, ma cosa rischiamo se li controlliamo di continuo?

Ebbene sì, oramai il nostro smartphone è diventato per ognuno di noi a dir poco indispensabile se non addirittura di vitale importanza per la gestione della nostra quotidianità. Se fino a qualche anno fa, infatti, (o forse sarebbe più corretto dire decennio) il cellulare non ci serviva ad altro che a effettuare telefonate, oggi le cose sono cambiate in modo drastico.

pericoli smartphone
Attenzione all’uso dello smartphone – linkcoordinamentouniersitario.it

I nostri smartphone, infatti, sono in grado di contenere al loro interno tutta la nostra vita e anche di più: dalle nostre chat, fino alle informazioni in tempo reale che ci arrivano dal resto del mondo. Ci permettono, così, di essere sempre connessi con tutto ciò che ci circonda.

Insomma, gli smartphone rappresentano una risorsa indispensabile, però allo stesso tempo tendiamo ad utilizzarli in maniera quasi maniacale. Ma cosa rischiamo davvero nell’avere sempre il cellulare a portata di mano?

Indigestione da smartphone, cosa rischiamo

La risposta, in questo caso, è molto semplice. Avere lo smartphone sempre al nostro fianco e pronto all’utilizzo, infatti, ci ha esposti a una maggiore consapevolezza di poter sempre essere in contatto e in rete con il resto del mondo. Di conseguenza, rispetto anche solo a qualche anno fa, controllare il nostro cellulare è diventato un gesto sempre più automatico, istintivo e soprattutto frequente. Insomma, parliamo di quella che potremmo proprio definire come una vera e propria dipendenza di cui spesso neanche ci rendiamo conto.

pericoli smartphone
Attenzione all’uso dello smartphone – linkcoordinamentouniersitario.it

Proprio per questo motivo, uno studio condotto dalla London School of Economics and Political Science ha cercato per l’appunto di scoprire quali sono le motivazioni che si celano dietro questo uso ossessivo degli smartphone. Quello che è emerso ha dell’incredibile: pare, infatti, che la maggior parte delle volte in cui prendiamo in mano il nostro cellulare non è in risposta a uno stimolo preciso (come una chiamata o un messaggio) ma avviene senza una reale ragione. 

In poche parole, è emerso come ormai dare una famosa scrollata al nostro smartphone sia diventata una abitudine di cui non possiamo più fare a meno. Di conseguenza, questo, aumenta indirettamente anche il nostro stress: perché ci sentiamo sempre connessi, sempre in contatto con il resto del mondo e dunque quasi obbligati a portare avanti delle conversazioni  ma soprattutto potrebbe anche costituire un vero e proprio danno per la nostra vita e soprattutto per la nostra capacità di concentrazione.

Impostazioni privacy