Il MIM assume assistenti di lingua italiana per l’estero: invia la domanda

Questa iniziativa del Ministero dell’Istruzione è una grande opportunità per arricchire il proprio curriculum in un contesto internazionale.

Sogni di esplorare nuove culture mentre metti a frutto la tua passione per la lingua italiana? Il Ministero dell’Istruzione e del Merito (MIM) apre le porte a questa avventura unica, annunciando la selezione di assistenti di lingua italiana per l’anno scolastico 2024-2025. Si tratta di un’ottima occasione per diventare un ambasciatore della lingua e della cultura italiane all’estero, rivolta sia a neolaureati che professionisti con esperienza nel settore.

è aperto il bando per lavorare come assistente di lingua italiana
Un’ottima opportunità di lavoro per molti laureati in materie umanistiche – linkcoordinamentouniversitario.it

Il programma di assistenti di lingua italiana all’estero del MIM rappresenta un’opportunità straordinaria per giovani laureati sotto i 30 anni. Con posizioni disponibili in diversi paesi europei come Austria, Belgio, Francia, Germania, Irlanda, Regno Unito e Spagna, i partecipanti avranno l’opportunità di vivere un’esperienza internazionale arricchente, immersi in una nuova cultura mentre contribuiscono all’educazione linguistica.

Il MIM assume assistenti di lingua italiana, un’esperienza di lavoro unica

La selezione si basa sui titoli accademici. Non è richiesta un’esperienza pregressa come assistente di lingua italiana all’estero, rendendo questo bando un’occasione perfetta anche per neolaureati. Il numero esatto di posti disponibili per l’anno scolastico 2024-2025 verrà annunciato prossimamente, ma per darti un’idea, l’anno precedente sono stati offerti circa 300 posti.

è stato aperto il bando per assistenti di lingua italiana all'estero
Il bando scadrà il prossimo 4 marzo 2024 – linkcoordinamentouniversitario.it

Per essere ammessi alla selezione, oltre a non aver superato il 30° anno di età, i candidati non devono avere precedenti incarichi di assistenza linguistica all’estero con il MIM e non devono avere impegni lavorativi con amministrazioni pubbliche durante l’incarico. Inoltre, è necessario essere in possesso di una laurea specialistica o magistrale in uno dei settori elencati nel bando, facilmente rintracciabile sul sito del Ministero.

In genere, sono richieste lauree a indirizzo umanistico, come quelle in Lettere, Lingue o Storia. La selezione terrà conto anche di titoli facoltativi, come esami specifici relativi alla lingua, letteratura o linguistica del paese per il quale si presenta la domanda, o della lingua e letteratura italiana. Aver sostenuto esami di questo tipo può essere un vantaggio non indifferente nel processo di candidatura.

Le domande vanno presentate entro il 4 marzo 2024 tramite la procedura online sul sito del Ministero dell’Istruzione. I candidati selezionati avranno l’opportunità di lavorare per circa 8 mesi in scuole all’estero, con un impegno settimanale di 12 ore. Questo permette di vivere pienamente l’esperienza culturale del paese ospitante, avendo tempo sufficiente per esplorare, viaggiare e immergersi nella vita locale. La retribuzione varia a seconda del paese di destinazione, e l’incarico può svolgersi in uno o più istituti.

Impostazioni privacy