Il Governo ha deciso: scattano gli aumenti sulle Autostrade +2.3% e da aprile nuova stangata

Brutta notizia per tutti gli automobilisti italiani. Scattano importanti aumenti sulle Autostrade: ecco le date e le cifre

Siamo nel bel mezzo della stagione invernale e sono moltissime le famiglie che approfittano di questi giorni di vacanza per godersi un po’ la neve. Tra sci, snowboard e slittini, questo periodo è davvero il migliore per chi ama gli sport invernali e adora rintanarsi poi nei rifugi ad alta quota per godere dell’ottima cucina e dell’innata simpatia della gente di montagna. Tutto ciò, però, comporta lunghi viaggi in macchina, spesso in autostrada: quest’anno preparatevi agli aumenti.

Scattano gli aumenti sulle autostrade
Scattano gli aumenti sulle autostrade: ecco quando e di quanto (linkcoordinamentouniversitario.it)

Per quanto si possa risparmiare sull’hotel o sui ristoranti, quando si è in vacanza, c’è un costo al quale non ci si può sottrarre mai ed è quello del viaggio. Tra carburante e autostrada, infatti, la somma è spesso notevole e sono molte le persone che scelgono di riempire una sola macchina, pur stando stretti, per dividersi le spese del viaggio. Proprio quest’anno, poi, ci sarà un notevole aumento del costo dell’autostrada: ecco a quanto ammonta.

Autostrade, confermato l’aumento: cosa dobbiamo aspettarci

All’interno del decreto Milleproroghe ampio spazio è stato dedicato all’aumento delle tariffe per accedere alle autostrade, in linea con l’aumento dell’inflazione. La percentuale sembra attestarsi sul 2.3%, sebbene nei prossimi mesi ci si aspetta che questa percentuale salga ancora di più. La motivazione dietro questa scelta preoccupante è la salvaguardia per i concessionari: entro il 30 marzo di quest’anno, le società che hanno in gestione le autostrade italiane presenteranno una proposta di aggiornamento delle tariffe.

Scattano gli aumenti sulle autostrade
Scattano gli aumenti sulle autostrade: ecco quando e di quanto (linkcoordinamentouniversitario.it)

Se queste proposte venissero accettate, dal 1° aprile 2024 potrebbero già entrare in vigore ufficialmente in tutt’Italia e questo potrebbe significare un aumento delle tariffe anche superiore al 2.3%. Dall’altro lato, però, i viaggiatori e gli utenti delle autostrade sollevano critiche pesanti per questo ennesimo aumento, che si aggiunge a quelli sui carburanti, che già grava pesantemente sulle spalle degli automobilisti.

Un’eccezione, però, è l’autostrada A24 nel tratto Roma-L’Aquila-Teramo e la A25 abruzzese, poiché il gruppo Strada dei Parchi sembra esente dai rincari di cui vi stiamo parlando. Se quindi avete in programma delle gite o dei weekend fuori porta, nel pianificare i costi e le spese inserite anche questo aumento, che potrebbe gravare molto sulle vostre finanze nel caso in cui vogliate fare molti chilometri: in alternativa, preferite il treno o l’aereo.

Impostazioni privacy