I Tokio Hotel erano famosissimi anni fa, ma che fine hanno fatto? Com’è la loro vita oggi

La band tornerà in Italia tra due anni, gli affezionatissimi fan non vedono l’ora di riabbracciare i loro beniamini. 

Era il 2007 quando per la prima volta i Tokio Hotel esordirono in lingua inglese con l’album Scream, trainati dall’incredibile successo del brano Monsoon. Non solo, perché subito dopo bissarono con Humanoid, altro disco farcito di tracce amatissime dal pubblico. La fama fu tale da creargli più di qualche problema, come quando Tom Kaulitz aggredì una ragazza, componente del gruppo di ‘stalker’ chiamato Les Afghanes on Tour, ossessionata da lui.

Impossibile dimenticare il momento d'oro dei Tokio Hotel
Impossibile dimenticare il momento d’oro dei Tokio Hotel – linkcoordinamentouniversitario.it (fonte foto ANSA)

All’epoca, a colpire il pubblico, oltre alle canzoni fu anche l’aspetto dei componenti della band: il cantante Bill Kaulitz portava una cresta che definire audace è poco e poi i piercing, il trucco e lo smalto mentre il gemello sfoggiava un look completamente diverso con dreadlock e vestiti larghi. In carriera sono riusciti a vendere più di 10 milioni di dischi, conquistando il disco di platino in quasi 70 Paesi e 110 premi in giro per il mondo.

Tokio Hotel in Italia nel 2025, dove suoneranno

I fan più accaniti si sono già assicurati un biglietto per il concerto che si terrà il 15 marzo 2025, infatti i tagliandi sono stati messi in vendita sui circuiti ufficiali dall’8 dicembre. Manca tantissimo ma la voglia di rivedere i Tokio Hotel è immensa. E no, non parliamo di effetto nostalgia, perché la band tedesca è ancora attivissima sulla scena musicale. Insomma, sono lontani i tempi di Durch den Monsun, versione originale della più nota Monsoon, in lingua inglese.

I Tokio Hotel oggi, sono praticamente irriconoscibili
I Tokio Hotel oggi, sono praticamente irriconoscibili – linkcoordinamentouniversitario.it (fonte foto IG @tokiohotel)

Nel 2022 infatti è uscito il loro settimo album, intitolato 2001, un riferimento neanche troppo velato al periodo di formazione del gruppo. Cinque anni prima invece era stato pubblicato Dream Machine, altro disco abbastanza apprezzato dal pubblico che li segue sin dagli inizi. Proseguono sul solco tracciato con Kings of Suburbia, vera opera di rottura rispetto a tutta la loro discografia precedente e i più ricorderanno il video bollente di Love Who Loves You Back.

Sul palco dell’Alcatraz di Milano i Tokio Hotel spegneranno 20 candeline ma saranno profondamente (e inevitabilmente) cambiati, il look dei due gemelli Bill e Tom Kaulitz è completamente stravolto. Il primo settembre scorso hanno compiuto 34 anni e mettendo a confronto le foto di prima e di adesso è impossibile non rendersi conto della metamorfosi. Una cosa è sicura, l’amore dei loro fan non è venuto meno e i biglietti per il tour del 2025 sta andando a ruba.

Impostazioni privacy