Google aggiunge una funzione segreta su tutti gli smartphone con Android: ecco le novità

Google ha deciso di lanciare una nuova funzione per tutti gli smartphone che utilizzano Android. Ecco di che si tratta

Android viene aggiornato spesso e volentieri da Google. Si tratta di un sistema operativo che necessita di un continuo miglioramento dato che è parecchio importante. E dato che viene utilizzato da tante persone, non sono pochi gli utenti che si aspettano grandi progressi. Infatti stiamo per assistere al lancio di un aggiornamento che ci interesserà parecchio. Approfondiamo il discorso per capirne di più.

Arriva un nuovo aggiornamento per Android: ecco cosa aggiunge
Google, arriva un nuovo aggiornamento per Android: ecco cosa aggiunge – Linkcoordinamentouniversitario.it

L’intenzione di Google è quella di implementare una funzione mai vista prima. Prende il nome di Android Safe Browsing, ed è una funzionalità apparsa solo nel software beta nel 2023. Non si sapeva niente di questa impostazione e si pensava che fosse stata archiviata. Tuttavia il suo lancio è imminente e non vediamo l’ora di usarla. Ma in che cosa consiste di preciso? Continua a leggere per scoprirlo: ecco a che cosa servirà.

La nuova funzione di Android, adesso potremo usarla tutti quanti: ci proteggerà da ogni cosa

Android Safe Browsing garantisce una navigazione sicura da ogni minaccia. Avvisa gli utenti in caso di collegamento o pagine web dannose. E funziona anche quando vengono aperte applicazioni indesiderate. Questo è possibile perché il servizio è incluso in Google Play Services, e gli utenti non hanno bisogno di aggiornarlo. Infatti verrà aggiunto in automatico da Google e verrà reso disponibile in pochi secondi. Si tratta di una funzione parecchio importante per chi non è esperto di informatica.

Tutto quello che devi sapere sul nuovo aggiornamento
Google, tutto quello che devi sapere sul nuovo aggiornamento di Android- Linkcoordinamentouniversitario.it

Molti utenti, però, si sono posti una domanda. Ossia come faccia Android Safe Browsing a funzionare in automatico e senza alcun intervento da parte dell’utente. Alcuni esperti sono convinti che le app siano “costrette” a supportare l’API SafetyNet Navigazione sicura. Così facendo il servizio può effettivamente rilevare le applicazioni che lo contengono. E se hanno qualcosa che non va per il verso giusto, il servizio è in grado di informare l’utente.

In ogni caso dobbiamo soltanto attendere il lancio di questa meravigliosa funzione. Verrà rilasciata a brevissimo e tante persone sono ansiose di vederla e usarla. Difatti non si aspettava altro dato che è piuttosto interessante. La protezione degli utenti di Google ha sempre avuto la priorità fino ad ora. E se avevate paura di navigare sul web, di certo ora non avrete più niente di cui preoccuparvi.

Impostazioni privacy