Esenzione ticket 2024: le 5 vie per non pagare mai più, approfitta anche tu

Esistono ben 5 tipologie di esenzione dal ticket sanitario, ma non tutti le conoscono. Vediamo quali sono i requisiti per beneficiarne.

Il ticket sanitario è il mezzo attraverso il quale i cittadini danno il loro contributo per le prestazioni sanitarie fruite, rientranti nei Livelli essenziali di assistenza (LEA), tra cui le visite specialistiche, gli esami diagnostici e di laboratorio, le prestazioni al pronto soccorso e le cure termali.

categoria esenzione ticket sanitario
Come si ottiene l’esenzione dal pagamento del ticket sanitario – (linkcoordinamentouniversitario.it)

Non tutti, però, sono obbligati a pagare il ticket perché, per alcune categorie di soggetti, è prevista l’esenzione. Quali sono i requisiti per ottenere l’esonero dal pagamento della prestazione?

Pagamento ticket sanitario: tutte le tipologie di esenzione

La prima categoria di soggetti che possono usufruire in maniera gratuita delle prestazioni sanitarie sono i malati cronici. L’esonero, tuttavia, si applica esclusivamente alle visite specialistiche ambulatoriali necessarie per monitorare la patologia, come le visite per prevenire le eventuali complicazioni. L’agevolazione spetta anche a coloro che sono affetti da malattie rare.

beneficiari esenzione ticket sanitario
A chi spetta l’esenzione del ticket sanitario – (linkcoordinamentouniversitario.it)

Sono autorizzati a non pagare il ticket sanitario anche i soggetti che si sottopongono a visite di prevenzione dei tumori. L’esenzione si applica per le seguenti prestazioni: esami diagnostici rientranti nelle campagne screening organizzate dalla Regione, pap test, colonscopia, mammografia, visite di approfondimento diagnostico per la diagnosi precoce del tumore al seno.

Anche gli invalidi possono beneficiare dall’esenzione dal ticket sanitario. Le agevolazioni spettanti, però, dipendono dal grado di invalidità accertato dalla Commissione medica ASL. Le donne in gravidanza, invece, sono sollevate dal pagamento del ticket per le visite specialistiche e diagnostiche necessarie per accertare il proprio stato di salute e quello del nascituro.

L’esenzione si applica anche al periodo che precede il concepimento, relativamente alle prestazioni che servono a prevenire problematiche in gravidanza. L’ultima categoria di esenzione dal ticket sanitario è quella per reddito, spettante ai soggetti che versano in particolari condizioni di disagio economico e sociale. In tal caso, si applicano i seguenti codici:

  • E01: per i cittadini under 6 e over 65, che appartengono a un nucleo familiare con un reddito inferiore a 36.151,98 euro annui;
  • E02: per i cittadini disoccupati e con familiari a carico, che possiedono un reddito familiare inferiore a 8.263,31 euro (tale soglia è aumentata fino a 11.362,05 euro nell’ipotesi in cui uno dei due coniugi sia a carico);
  • E03: per i cittadini che percepiscono la pensione sociale o l’Assegno sociale e i loro familiari a carico;
  • E04: per i cittadini di età superiore a 60 anni, percettori di pensione minima e i loro familiari a carico.
Impostazioni privacy