“Elementare Watson”, ecco dove pronunciava la famosa frase il detective Sherlock Holmes: puoi visitarlo tutti i giorni

Un luogo da non perdere, dove il detective Sherlock Holmes pronunciava la famosa frase “Elementare Watson”, puoi visitarlo tutti i giorni. 

È il detective più famoso e amato al mondo, soltanto citando la celeberrima frase “elementare Watson” tutti capiscono subito di chi si tratta, è Sherlock Holmes, il personaggio letterario partorito dalla penna dello scrittore inglese Arthur Conan Doyle. Il detective è il protagonista di quattro romanzi e ben 56 racconti, i più famosi raccolti nel libro Le avventure di Sherlock Holmes, pubblicato per la prima volta nel 1892.

dove sherlock holmes
“Elementare Watson”, ecco dove pronunciava la famosa frase il detective Sherlock Holmes – Linkcoordonamentouniversitario.it

Amatissimo da generazioni di lettori, a Sherlock Holmes sono stati dedicati numerosi film, libri, fumetti, illustrazioni, locali e anche videogiochi. A Londra potete visitare la sua casa, al numero 221b di Baker Street, nel cuore della città.

Si tratta di un museo delle meraviglie, un appartamento arredato in prefetto stile ottocentesco, ospitato all’interno di un edificio in stile georgiano, in una delle vie più caratteristiche di Londra. Di seguito scopriamo tutto quello che bisogna sapere sulla casa di Sherlock Holmes a Londra e perché visitarla.

Il museo di Sherlock Holmes a Londra, puoi visitarlo tutti i giorni

Se avete in programma un viaggio a Londra, non potete perdervi la casa di Sherlock Holmes, un museo interamente dedicato al famoso detective, alla sua storia e alle sue indagini. Si chiama The Sherlock Holmes Museum, ospitato in un elegante edificio al numero 221b di Baker Street, via del distretto di Marylebone, nella Città di Westminster, in pieno centro.

dove sherlock holmes
Il museo di Sherlock Holmes a Londra (Foto @thesherlockholmesmuseum/Instagram)

Il numero civico non esisteva ancora quando Arthur Conan Doyle scrisse il primo libro su Sherlock Holmes, il romanzo Uno studio in rosso, uscito nel 1887. Era chiaramente un indirizzo fittizio per un libro di fantasia. Negli anni ’30 del ‘900, però,  Baker Street è stata rinumerata e un edificio ha preso il numero civico 221b. All’epoca era la sede della Abbey Road Building Society e lo è stata fino al 2002.

L’indirizzo, tuttavia, era talmente popolare presso gli amanti di Sherlock Holmes che la sede della società era diventata una meta di pellegrinaggio, tanto che la Abbey Road Building Society decise di aprire una segreteria dedicata al famoso detective. Nel frattempo, nel 1990 sempre a Baker Street, ma in un altro edificio, la Sherlock Holmes International Society aveva aperto un museo dedicato a Sherlock Holmes e alle sue imprese.

Il museo era ospitato al numero civico 239, non distante dal 221b. Nel 1994, il museo ha chiesto di cambiare il proprio numero civico per ottenere il famoso 221b. Richiesta accolta dall’amministrazione di Londra, anche per evitare confusione con gli indirizzi. Da quasi 30 anni, dunque, il Museo di Sherlock Holmes si trova al 221b di Baker Street, che nei libri di Conan Doyle è l’indirizzo della casa immaginaria di Sherlock Holmes.

All’interno della struttura trovate stanze d’epoca, con carta da parati colorata alle pareti, mobili antichi e uno studio con scrivania che è come quello descritto nei libri di Conan Doyle, con tutti gli oggetti che hanno reso celebre Sherlock Holmes: la lente di ingrandimento, il taccuino, la pipa e il bastone da passeggio. La casa museo di Sherlock Holmes è disposta su tre piani ed è aperta tutti i giorni dalle 9.30 alle 18.00.

Impostazioni privacy