Distacco delle utenze di casa, quando si ha diritto ad un rimborso? In questi casi hai diritto ad un indennizzo

In quali casi il distacco delle utenze di casa fa sorgere il diritto a un rimborso? Ecco quando esiste la possibilità di un indennizzo.

In caso di distacco delle utenze domestiche senza preavviso la legge prevede la possibilità di accedere ad un indirizzo automatico o ad un risarcimento del danno patrimoniale e non patrimoniale.

distacco delle utenze di casa
Distacco delle utenze domestiche: quando richiedere un indennizzo  – LinkCoordinamentouniversitario.it

In questo articolo, dunque, stiamo facendo riferimento ad un distacco delle utenze di luce, gas e acqua senza preavviso. Per evitare che ciò accada è necessario pagare le bollette con regolarità e rispettando i termini. Solo dopo aver regolarizzato la propria posizione nei confronti della società fornitrice di energia è possibile procedere con la richiesta di indennizzo automatico.

Distacco delle utenze: come chiedere il rimborso

Se in seguito al mancato pagamento della bolletta di luce, gas o acqua avviene il distacco dell’utenza domestica senza preavviso, il cliente ha la possibilità di chiedere il risarcimento del danno patrimoniale o non patrimoniale e un indennizzo. Tuttavia, prima di procedere con la richiesta, è necessario regolarizzare la propria posizione debitoria e, dunque, pagare le bollette arretrate.

Distacco delle utenze domestiche
Distacco utenze: come ottenere l’indennizzo automatico – LinkCoordinamentouniversitario.it

Solo a questo punto il cliente ha l’opportunità di chiedere l’indennizzo automatico, che sarà riconosciuto sulla bolletta successiva. È inoltre possibile richiedere anche un risarcimento per danno patrimoniale dovuto al distacco senza preavviso, che invece deve sempre avvenire tramite raccomandata o via Pec.

In base a quanto stabilito dalle leggi attuali affinché possa avvenire il distacco di un’utenza domestica è necessario che la società di energia avvisi il cliente di questa possibilità e del mancato pagamento di diverse bollette. Ma se il distacco avviene senza preavviso, il cliente ha l’opportunità di regolarizzare il pagamento e pretendere la riattivazione delle utenze. Dopodiché può chiedere un indennizzo automatico. Come si fa?

In questi casi è necessario chiedere aiuto alle autorità che regola i settori dell’energia elettrica, ovvero l’Arera. Dopo aver ricevuto l’attestazione di pagamento il cliente deve inviare la richiesta di riattivazione delle utenze. Il distributore dovrà procedere al ripristino della fornitura entro un giorno feriale. Qualora il distributore non rispettasse i suddetti termini per la riattivazione del servizio, il cliente ha diritto ad un indennizzo automatico, che può essere pari a:

  • 35 euro se la riattivazione avviene entro il doppio del tempo massimo previsto
  • €70 se la riattivazione avviene entro il triplo del tempo massimo previsto
  • 105€ se la riattivazione avviene oltre il triplo del tempo previsto.
Impostazioni privacy