Dieta Reset, come funziona e perché sta spopolando

Ecco come funziona la dieta che smuove gli ormoni e li fa ripartire, i segreti del regime alimentare “reset”

Una dieta che sta spopolando e che arriva direttamente dall’America, si tratta della reset, che è stata messa a punto dalla ginecologa Sara Gottfried. Si tratta di un regime alimentare che ha come obiettivo quello di dare man forte nella perdita di peso alle persone particolarmente obese.

regime alimentare reset
Dieta Reset, come funziona e perché sta spopolando- linkcoordinamentouniversitario.it

Il meccanismo sarebbe proprio quello di andare a stimolare gli ormoni metabolici. Questi sono sostanzialmente sei e comprendono: adiponectina, adrenalina, ormoni tiroidei, glucagone, ormoni androgeni, ormoni del ringiovanimento e quelli della crescita.

Questi fungono da protettori della forma fisica, andando a favorire la perdita di grasso e lo sviluppo della massa muscolare. Quindi il meccanismo è quello della scomposizione del grasso (che è nelle riserve) per produrre energia. Questa dieta consta di tre fasi.

Le tre fasi della dieta reset che stimola gli ormoni a funzionare

La dieta reset è un regime alimentare che si basa su tre tappe con una durata di 21 giorni ciascuna. Non riguarda solo il modo di mangiare, ma anche l’esercizio fisico e l’uso di integratori.

dieta reset grasso
Dieta Reset, come funziona e perché sta spopolando- linkcoordinamentouni

La prima fase è quella inziale e, appunto, funziona da vero e proprio reset, con il ripristino degli ormoni. Quindi gli alimenti da consumare sono in primis le verdure, con quantità e macronutrienti ben bilanciati. La verdura è uno degli alimenti maggiormente coinvolti nella scelta, poiché le quantità da mangiare sono di almeno mezzo chilo al giorno, Si possono consumare: insalata, zucchine, cavolfiori e tutta la verdura che maggiormente piace.

La seconda fase è quella che prevede una vera e propria pulizia del corpo attraverso l’utilizzo di integratori per andare ad integrare appunto le carenze date dall’eliminazione di latticini, formaggi, frutta e alimenti integrali. Così la fase tre in cui si perderebbero molti chili in pochi giorni.

I dubbi che sorgono sono proprio tanti da parte degli esperti in merito a questo nuovo regime alimentare. Il deficit calorico è alto e mancherebbero alimenti fondamentali per il calcio come i formaggi, i latticini in generale, i prodotti integrali, quindi ricchi di fibre, la frutta poiché zuccherina.

Lo zucchero in sé per sé deve essere sostituito da dolcificanti, ma essendo una dieta molto ristretta è difficile trovare occasione di utilizzo. Una sola concessione è un pezzettino di cioccolato fondente, ma molto di rado. Nonostante si tratti di un regime alimentare che davvero fa perdere molto peso in poco tempo, è sempre bene rivolgersi a uno specialista per capire quale sia il miglior percorso da intraprendere.

Impostazioni privacy