Come trovare supplenze immediate e iniziare a lavorare subito: tutte quelle disponibili in Italia

Che tu sia un insegnante esperto o un novizio, questa può essere la tua occasione per entrare nel mondo della scuola.

Il periodo immediatamente successivo a quello di Natale è uno dei più propizi per trovare lavoro nelle scuole. Gli istituti ripartono dopo la lunga pausa natalizia e cercano spesso supplenti e personale aggiuntivo per far fronte ai diversi progetti in partenza in questo periodo. Per rispondere a queste esigenze, gli istituti di tutta Italia pescano a piene mani dalle graduatorie provinciali ma anche dalle candidature spontanee degli aspiranti insegnanti.

come inviare la mad a scuola
Decine di supplenze disponibili in tutta Italia – linkcoordinamentouniversitario.it

A dispetto di quanto ampiamente risaputo, i concorsi e le graduatori non sono l’unico modo in cui le scuole reclutano personale. La procedura di Messa a Disposizione (MAD) è un canale diretto e veloce per chi vuole lavorare nelle aule scolastiche. Attraverso la MAD, le scuole possono rapidamente colmare le lacune nell’organico, garantendo la continuità didattica. Questo sistema si rivela particolarmente efficace per le materie con minore disponibilità di docenti nelle liste di graduatoria.

Diverse opportunità per entrare nel mondo della scuola

In Italia, diverse scuole stanno attualmente cercando supplenti tramite MAD. Ad esempio, in Calabria, l’IIS Euclide di Bova Marina cerca un supplente per Scienze e Tecnologie Meccaniche. Nel Lazio, l’Istituto Alberghiero di Palombara Sabina necessita di un insegnante per scienze e tecnologie informatiche. Analogamente, in Lombardia, l’IIS B. Russell di Milano offre una supplenza in Matematica e Fisica. Questi sono solo alcuni degli annunci disponibili, dimostrando la varietà e l’ampiezza delle opportunità offerte dalla MAD.

come insegnare nelle supplenze a scuola
Con la MAD si può insegnare a scuola anche senza abilitazione – linkcoordinamentouniversitario.it

La MAD funziona come qualsiasi altra candidatura di lavoro. È necessario inviare un curriculum in cui si descrive dettagliatamente la propria carriera, sottolineando le eventuali esperienze in contesti di insegnamento. La buona notizia, però, è che la MAD può essere inviata da chiunque, anche da chi non è in possesso dell’abilitazione per l’insegnamento o dei 24 CFU.

Per candidarsi, è importante rispettare le scadenze specificate in ogni annuncio e seguire le istruzioni per l’invio delle domande. In genere, ogni scuola spiega nel suo sito web quali sono le procedure per inviare la candidatura: c’è chi ha portali specifici e chi invece accetta le MAD semplicemente inviate per email. Questo processo è cruciale affinché la candidatura venga presa in considerazione.

Inoltre è importante essere preparati e flessibili. La supplenza potrebbe variare da brevi periodi a interi anni scolastici, nonché essere mirata a progetti specifici come corsi per doposcuola o incarichi di sostegno. Essere pronti ad adattarsi a diverse situazioni è un tratto essenziale per chi cerca supplenze attraverso la MAD.

Impostazioni privacy