Cibi senza glutine buonissimi: mangiare gluten-free con gusto

Mangiare gluten-free non è affatto sinonimo di mangiare senza gusto: ecco alcuni cibi senza glutine davvero buonissimi.

cibi-noglutine
cibi-noglutine

Chi soffre di celiachia o è intollerante al glutine deve seguire un regime alimentare gluten-free. Eliminare il glutine dalla propria dieta però non vuol dire rinunciare al gusto, anzi. Quello che in molti non sanno è che si può mangiare bene anche senza glutine: ecco alcuni cibi buonissimi che non contengono glutine.

Celiachia ieri e oggi

In passato la celiachia era molto meno diagnosticata, e di conseguenza, la vita di chi ne soffriva era molto più difficile di quanto lo sia oggi, a livello alimentare. Infatti, chi soffre di celiachia non può mangiare glutine, poichè il fisico non riesce a digerirlo nella maniera corretta. Qualche decina di anni fa essere celiaci voleva dire rassegnarsi ad una vita di cibi senza colore né sapore, ma oggi fortunatamente la sensibilizzazione verso questa condizione è cresciuta e anche le aziende hanno sviluppato tantissimi prodotti e alimenti senza glutine che sono tutto fuorchè spenti e tristi.

Mangiare cibi senza glutine, infatti, è un’abitudine che sta prendendo anche chi non soffre di celiachia, perchè questi alimenti sono molto più digeribili di quelli che il glutine lo contengono, e sono perfetti se si vuole perdere peso e dimagrire. Ecco solo alcuni esempi di cibi senza glutine che si possono trovare in commercio e che rendono la tavola un piacere.

Cibi senza glutine

Pasta e altri alimenti
Pasta e altri alimenti – Linkcoordinamentouniversitario

Partiamo dalla pasta, che in passato rappresentava la tristezza più grande per i celiaci, ma che oggi è una fonte inesauribile di idee e ricette sfiziose. Infatti, oggi si possono trovare tantissime alternative alla classica pasta di grano duro, impossibile da digerire per i celiaci, che possono fare al caso di chi segue un’alimentazione priva di glutine. Per esempio, molte aziende hanno sviluppato intere linee di pasta senza glutine, come la Garofalo, che hanno alla base mais, quinoa, riso e fibre. Oppure Arnaboldi ha creato degli sfiziosi piatti pronti tutti gluten free che includono fusilli ai funghi, pasta e fagioli e molto altro.

Riguardo i secondi invece, Fileni ha annunciato l’arrivo delle cotolette panate di pollo e tecchino interamente gluten-free, mentre Beretta offre ai consumatori un’ampia gamma di prodotti senza glutine, per la cui preparazione non sono stati usati aromi o ingredienti che contengono glutine. Infine, parlando del fine pasto, anche i dolci senza glutine stanno prendendo sempre più piede nel mercato alimentare. Nello specifico, Condorelli ha certificato i propri torroncini anche per i celiaci, così come ha fatto la Sammontana per molti suoi gelati.

Per riconoscere gli alimenti senza glutine basta cercare il marchio con la Spiga Barrata sull’etichetta, oppure consultare il prontuario online dell’Associazione Italiana Celiachia o il Registro Nazionale del Ministero della Salute.

Impostazioni privacy