Cambiamento storico per la Serie A, non accadeva da 25 anni: italiani sorpresi dalla notizia

La Serie A è pronta a un cambiamento storico che nessuno si aspettava. Non accadeva da ben 25 anni e gli italiani sono sicuramente sorpresi.

Il campionato di calcio italiano ci sta regalando scontri interessantissimi quest’anno, come quello che vede alla caccia del titolo la Juventus di Max Allegri e l’Inter di Simone Inzaghi.

Serie A stravolta
Serie A, cambia tutto dopo 25 anni – (ANSA) LinkCoordinamentoUniversitario.it

L’ultima giornata ha dato una seria sterzata in questo senso, con i nerazzurri che si sono imposti a San Siro contro i bianconeri per 1-0 con un autogol sfortunato di Federico Gatti. Sebbene le due squadre, oltre al Milan, siano certe della qualificazione alla prossima Champions League, sotto si battono in sei per raggiungere il quarto posto, l’ultimo valido per accedere alla competizione: Atalanta, Bologna, Fiorentina, Roma, Lazio e Napoli.

Senza parlare di quello che sta succedendo in fondo alla classifica dove, mai come quest’anno, la lotta risulta assai incerta. Insomma un campionato che, dopo anni di stasi, è tornato a far parlare di sé in tutta Europa. Attenzione però perché qualcosa cambierà nella prossima stagione con una novità che davvero nessuno si poteva aspettare.

Cambio in Serie A, prima volta dopo 25 anni

La Serie A sarà protagonista nella prossima stagione di un cambiamento totalmente inatteso, una scelta che arriva dopo venticinque anni dall’ultimo ribaltone ai vertici. La Tim non sarà più sponsor della massima categoria di calcio italiano, come è stato dalla stagione 1998/99 a oggi. Non sentiremo dunque più parlare negli spot di Serie A Tim.

Come cambia la Serie A
Serie A è rivoluzione (ANSA) LinkCoordinamentoUniversitario.it

Cambiamento che porterà a una novità già nota. A prendere il posto della compagnia nazionale di telefonia sarà Enilive e cioè la società di Eni dedicata ai servizi mobili. Questa diventerà title sponsor della prossima stagione. L’assemblea della Lega di calcio ha accettato l’offerta arrivata dall’azienda con i club che incasseranno una media di 22 milioni di euro l’anno. L’accordo al momento è triennale, ma c’è già la possibilità di proroga almeno fino al 2029 quindi per altre due stagioni.

Chissà che poi tutto non possa essere messo ancora una volta in discussione. Fatto sta che questa novità, sebbene non cambierà nulla in campo, ha spiazzato i tifosi italiani ormai abituati da oltre due decadi a vedere il logo della Tim comparire in tutti gli stadi d’Italia.

Al momento non sappiamo con precisione come il nuovo sponsor farà irruzione nel campionato italiano, quello che però pare certo è che per la stagione 2024/25 parleremo di Serie A Enilive e non più di Serie A Tim.

Impostazioni privacy