Bonus studenti e bonus bebè 2024: due novità che cambiano la vita delle famiglie

Come beneficiare di un bonus in denaro per i risultati raggiunti nello studio e per i figlio nel 2024: ecco i nuovi bonus bebè e studenti

Quando si parla di bonus figli si pensa molto spesso che solo lo stato e in alcuni casi le regioni o i singoli comuni possano erogarli. Ed in effetti una delle agevolazioni che per prima viene in mente è l’Assegno Unico, l’importo erogato mensilmente per ogni figlio dal settimo mese di gravidanza e fino al compimento del 21esimo anno.

Erogati bonus studenti e bonus bebè
Bonus studenti fino a 700 euro, i dettagli (linkcoordinamentouniversitario.it)

Ma non solo, perché esistono anche dei bonus destinati alla copertura delle spese legate all’asilo o all’acquisto di materiale e prodotti destinati alla crescita del proprio bimbo. In alcuni casi però gli incentivi possono arrivare anche da altri enti ed in particolare dagli istituti di credito.

Raffica di bonus per studenti e neonati. Chi ha ideato l’iniziativa e perché

È il caso del doppio bonus che andiamo a presentare e che viene erogato da Banca Alta Toscana allo scopo di premiare il merito scolastico. Non si tratta di una novità perché il bando per borse di studio è stato istituito addirittura nel 1998 e può quindi considerarsi un’iniziativa storica che ha raggiunto il traguardo del 26esimo anno.

Bonus bebè, l'iniziativa è nata nel 2009
Consegnati anche 66 bonus bebè ai soci neo genitori (linkcoordinamentouniversitario.it)

Tanto che da allora ad oggi quasi un migliaio di studenti sono stati premiati con una somma complessiva distribuita pari a 770mila euro. L’istituto ha organizzato una cerimonia presso il Forum Banca Alta Toscana nel comune di Quarrata alla presenza di moltissime famiglie ma anche del primo cittadino Gabriele Romiti. Sono inoltre intervenuti dirigenti scolastici ed insegnanti. Cosa prevede il ‘bonus’?

La consegna di borse di studio sia a soci che ai figli di soci che, dalle scuole medie alle superiori, fino al corso universitario, hanno concluso il ciclo di studi con il massimo dei voti. I dirigenti dell’istituto bancario hanno spiegato il senso dell’iniziativa sottolineando che è un modo per premiare quei ragazzi che “con abnegazione e capacità”, si sono impegnati nello studio al punto da riuscire a raggiungere i massimi risultati.

Un investimento sul futuro che viene in tal modo premiato, fornendo loro un sostegno economico per proseguire il percorso di studi o per farsi strada nel mondo del lavoro e della ricerca muovendo i primi passi di un percorso lavorativo e professionale denso di soddisfazioni. Complessivamente sono stati premiati 42 studenti, 27 ragazze e 15 ragazzi.

Sono tutti residenti nelle province di Prato, Pistoia e Firenze e hanno ricevuto borse di studio di 700 euro (100 dei quali per aprire un fondo pensione) per i 22 laureati con 110 o 110 e lode; di 400 euro (50 dei quali per l’apertura del fondo) per i diplomati con 100 o 100 e lode. E 200 euro (50 per fondo pensione) per gli studenti delle medie che hanno ottenuto una votazione di 10 o 10 e lode.

Ma non solo, in tale occasione sono stati anche distribuiti ben 66 bonus bebè destinati ai soci della Banca che hanno messo al mondo un bimbo. In questo caso è stata loro destinata la somma di 350 euro, 100 dei quali destinati all’apertura di un fondo pensione. Ed anche questo è un aiuto economico che esiste da anni dato che viene assegnato sin dal 2009 con 700 bonus distribuiti per un totale di oltre 260mila euro. Oltre a fornire un sostegno importante si tratta anche di una sorta di regalo di benvenuto.

 

Impostazioni privacy