Bonus per i mutui, c’è stata la corsa per prenderli

Il bonus mutui rappresenta una grande opportunità per sostenere le famiglie. Ecco perché tantissimi hanno fatto richiesta.

Nel periodo in cui viviamo, sotto il profilo economico i costi della vita e le pressioni finanziarie sulle famiglie continuano a salire. Sotto questo aspetto il governo si sta impegnando per mettere a disposizione delle famiglie diversi bonus. Questi bonus infatti possono rappresentare un grande sollievo economico e un sostegno per la stabilità economica di molti.

boom di richieste per il bonus mutui
Il governo ha varato una misura per sostenere le famiglie, il bonus mutui – linkcoordinamentouniversitario.it

I bonus possono essere introdotti sia a livello nazionale che a livello regionale. È il caso, infatti, della regione Sicilia dove è stata varata una misura che ha riscontrato un forte interesse da parte dei cittadini. Questa misura infatti è volta a contrastare l’aumento dei tassi di interesse sui mutui per l’acquisto della prima casa. Con oltre 32 mila domande presentate si può notare la forte domanda di aiuti finanziari da parte delle famiglie siciliane.

Un sostegno per le famiglie

L’ammontare totale delle richieste ha superato i 54 milioni di euro. Questa cifra ha oltrepassato di gran lunga il budget iniziale della misura, fissato a 50 milioni di euro. Tuttavia, il governo regionale si è immediatamente impegnato a trovare ulteriori risorse per soddisfare tutte le richieste presentate. C’è quindi da parte della autorità una chiara volontà di rispondere efficacemente alle esigenze dei cittadini. E soprattutto di attenuare il peso finanziario derivante dall’aumento dei tassi di interesse sui mutui.

il bonus è stato varato nella regione Sicilia
Il bonus riguarda le famiglie siciliane e la richiesta è molto elevata- Linkcoordinamentouniversitario.it

 

Il presidente della Regione, Renato Schifani, ha sottolineato l’importanza cruciale di questo sostegno economico per le famiglie siciliane. In special modo si vuole aiutare coloro a basso reddito che sono stati particolarmente colpiti dall’aumento dei tassi di interesse sui mutui. Come abbiamo visto le famiglie hanno accolto con entusiasmo questo contributo economico tangibile, come dimostra il numero elevato di richieste presentate attraverso la piattaforma dell’Irfis.

L’assessore all’Economia, Marco Falcone, ha evidenziato il ruolo pionieristico che la Sicilia ha assunto nel contrastare il caro-mutui, dimostrando che la regione può assumere un ruolo da protagonista nella lotta contro l’aumento dei costi della vita. Grazie alla misura introdotta dall’assessorato all’Economia, le famiglie siciliane possono beneficiare di un contributo fino a 3.000 euro sul biennio 2022/2023, contribuendo così a mitigare il peso finanziario derivante dai mutui a tasso variabile.

La procedura per richiedere il bonus dei mutui prevede una serie di passaggi, inclusa la presentazione della domanda e la pubblicazione di una graduatoria anonima basata sul reddito Isee degli aventi diritto. Inoltre, è richiesto il caricamento dei documenti necessari per completare la domanda, tra cui la copia del contratto di finanziamento e la certificazione della banca mutuante. La piattaforma per la presentazione delle domande sarà attiva dal 5 marzo fino al 26 marzo, consentendo ai cittadini di accedere al contributo in modo rapido ed efficiente. Una volta completata la procedura, le somme saranno disponibili nei conti correnti dei richiedenti entro il mese di maggio.

Questa iniziativa dimostra l’impegno delle autorità regionali nel supportare le famiglie siciliane e mitigare gli effetti negativi dell’aumento dei tassi di interesse sui mutui. Grazie ai bonus dei mutui, le famiglie possono godere di un sollievo finanziario e affrontare con maggiore sicurezza le spese legate all’acquisto della prima casa.

Impostazioni privacy