Bonus patente autotrasporti: requisiti 2024 e come fare domanda per il contributo

Un bonus importante, per chi è intenzionato a guidare un camion, con una copertura economica dell’80%. Tutto sul bonus patente autotrasporti

Anche il mondo dei grandi veicoli per il trasporto di merci o persone ascrivibili al settore degli autotrasporti è legato a un’agevolazione molto interessante che può consentire, nel rispetto dei requisiti e dei tempi di attivazione, di fruire di un risparmio importante.

Come richiedere il bonus patente autotrasporti 2024
Bonus patente autotrasporti: requisiti e come richiederlo (linkcoordinamentouniversitario.it)

L’iniziativa è stata avviata nel 2022 e, ormai è confermato, sarà disponibile anche per l’intero anno 2024. Ma attenzione a rispettare la procedura nel dettaglio per non rischiare di perderlo: ecco dunque le principali caratteristiche di questo bonus.

Bonus patente autotrasporti: cos’è e quali sono i requisiti per ottenerlo

L’agevolazione in questione va a coprire gran parte dei costi relativi al rilascio della patente per la guida di grandi veicoli e, nello specifico, si utilizza per quanto riguarda la formazione, un percorso decisamente più costoso rispetto a quello relativo al rilascio della classica patente B. La copertura è pari all’80% delle spese sostenute, fino ad un limite massimo di 2.500 euro ed è possibile ottenerla a patto che si rispetti un primo requisito legato all’età.

Agevolazione per autotrasporti rivolta a over 18 e under 35
Il bonus patente viene erogato sulla base dell’ordine cronologico delle domande (linkcoordinamentouniversitario.it)

Infatti il bonus patente autotrasporti è disponibile esclusivamente per i giovani, che abbiano compiuto i 18 anni e che non abbiano superato i 35 anni; devono inoltre risultare in possesso della cittadinanza italiana o europea ed essere intenzionati a conseguire la patente oppure a ottenere le abilitazioni professionali per guidare questo tipo di veicoli. Stiamo parlando dunque delle patenti di categoria C, C1, CE, C1E, D, D1, DE e D1E nonché della carta di qualificazione del conducente.

L’agevolazione viene concessa secondo l’ordine cronologico delle domande inviate pertanto è bene affrettarsi accedendo alla piattaforma dedicata con le proprie credenziali SPID oppure CNS o CIE, registrandosi e compilando il relativo modello. Importante è sapere che anzitutto il bonus potrà essere utilizzato esclusivamente nelle autoscuole accreditate che si occuperanno di conseguenza di effettuare la riduzione delle spese.

In secondo luogo, trattandosi di un buono, esso va attivato dopo essere stato emesso e occorre farlo entro 60 giorni dalla ricezione perché non venga annullato (sarà comunque possibile richiedere una nuova emissione). La patente invece dovrà essere conseguita entro 18 mesi. Ricordiamo infine che questo bonus è valido unicamente per le patenti conseguite dopo aver inviato la domanda e che è stato confermato fino all’anno 2026.

Impostazioni privacy