Attacco hacker, sono stati rubati tantissimi dati: controlla subito se ci sei anche tu

Un pericoloso attacco hacker ha colpito una nota azienda rubando una quantità elevatissima di dati: controlla se ci sono anche i tuoi.

Moltissime informazioni di tanti utenti italiani ed europei sono stati rubati tramite un attacco hacker che ha coinvolto una grande piattaforma. I cybercriminali hanno messo in scena un colpo davvero importante e che ora fa preoccupare tantissime persone nel continente europeo.

Attacco hacker rubati dati
Rubati tantissimi dati con un attacco hacker – (Linkcoordinamentouniversitario.it)

I continui cambiamenti del web stanno facendo nascere sempre più situazioni di questo tipo. Non sorprende l’attività degli hacker ma il fatto che ormai ci sono tentativi tanto frequenti quanto pericolosi. In questo contesto rientra il recente attacco al più grande operatore di applicazioni per parcheggi in Europa.

L’attacco hacker è stato denunciato alle autorità di regolamentazione dell’informazione nell’Unione Europea e nel Regno Unito ma coinvolge anche la parte operativa italiana come spiegato dall’informativa rilasciata dalla società sul suo portale italiano.

Attacco hacker ad Easy Park: rubate le informazioni di tantissimi clienti

La società Easy Park tramite il sito italiano ha informato di essere stata vittima di un attacco informatico. Una comunicazione fatta affinché i clienti sapessero di quanto accaduto e dell’attenzione della società stessa sulla tutela della privacy e della sicurezza dei suoi utenti. Dal messaggio emerge che l’attacco ha comportato la violazione di dati non sensibili dei clienti.

Attacco hacker EasyPark
Attacco hacker a EasyPark – Foto: Facebook EasyPark.IT – (Linkcoordinamentouniversitario.it)

La società ha poi sottolineato di aver preso rapidamente le misure necessarie per fermare l’attacco così da permettere il normale funzionamento dei loro servizi. Inoltre, i vertici hanno immediatamente informato le autorità competenti per risalire agli autori di questo grave attacco.

Secondo quanto riportato dal Guardian, EasyPark avrebbe affermato che gli hacker hanno rubato nomi dei clienti, numeri di telefono, indirizzi e parti di numeri di carta di credito ma i dati di parcheggio non sono stati compromessi dall’attacco. La società non ha quantificato il numero di utenti totali colpiti, specificando che nel Regno Unito sono stati coinvolti 950 utenti RingGo.

Quest’ultimi sono stati colpiti perché alcuni dei servizi erano integrati con la tecnologia EasyPark ma la piattaforma non è stata violata. Un portavoce ha poi affermato che la maggior parte degli utenti coinvolti sono europei e del marchio EasyPark.

L’impatto di questo attacco è stato davvero consistente e dimostra la crescente centralizzazione dei servizi di parcheggio in tutto il mondo. Queste piattaforme sostituiscono i contatori fisici e gli addetti ai parcheggi, un cambiamento che permette agli hacker di colpire in maniera diretta e decisamente più invasiva.

Impostazioni privacy