Assegno per reddito gioventù fino a 25 anni: controlla se ne hai diritto e come inoltrare la domanda

Tra le tante misure a sostegno delle famiglie arriva il Reddito di gioventù. Vediamo insieme di cosa si tratta e come averlo.

In arrivo un altro importante aiuto per giovani fino ai 25 anni: il Reddito di gioventù. In questo articolo vi spieghiamo di cosa si tratta, a chi spetta e quali sono i requisiti per ottenere il sussidio.

Che cos'è il Reddito di gioventù
In arrivo il Reddito di Gioventù – linkcoordinamentouniversitario.it

Dal Governo Meloni arriva un’altra proposta a sostegno delle famiglie: il Reddito di Gioventù. Si tratta, per ora, ancora di una proposta sul tavolo dell’Esecutivo ma potrebbe entrare tra le misure del pacchetto famiglia che verrà approvato con la legge di Bilancio 2024. L’idea arriva dal deputato di Fratelli d’Italia Tommaso Foti.

Obiettivo del Governo di Giorgia Meloni è aiutare le famiglie e sostenere la genitorialità con ogni mezzo: dai sussidi alle detrazioni agli incentivi per le assunzioni delle donne con figli. Il nostro paese è stato colpito da un allarmante crollo delle nascite ed è urgente correre ai ripari. Il Governo sta scendendo in campo con tante agevolazioni tra cui, appunto, il Reddito di Gioventù.

Reddito di Gioventù: che cos’è e come averlo

Il Reddito di Gioventù fa parte delle misure che potrebbero entrare nel pacchetto famiglia che verrà approvato con la prossima legge di Bilancio. Potrebbe entrare in vigore già a partire da gennaio 2024.

Si tratterebbe di un sussidio di 250 euro al mese per 12 mesi per ogni figlio di età compresa tra i 7 e i 25 anni. Questo aiuto dovrebbe servire a coprire parte dei costi  che una famiglia sostiene per le spese scolastiche e universitarie dei figli. Nel caso di figli con disabilità certificata l’importo del reddito di gioventù aumenterebbe del 100% mentre in caso di famiglie monoparentali l’importo aumenterebbe del 60%.

requisiti reddito
Ecco i requisiti per ottenere il reddito gioventù – linkcoordinamentouniversitario.it

Unico requisito per ottenere l’agevolazione è quello di avere un reddito annuo non superiore a 90.000 euro. Attenzione: il Reddito di Gioventù non andrebbe a sostituirsi all’assegno unico ma si sommerebbe ad esso. Ma questa non è l’unica misura su cui il Governo sta ragionando per aiutare le coppie con figli. Infatti, potrebbe essere approvato anche il Reddito di Infanzia: un bonus di 400 euro al mese per le famiglie con figli di età compresa tra 0 e 6 anni. Anche questo sussidio andrebbe ad aggiungersi all’assegno unico. Il Governo non ha ancora reso note le modalità per fare richiesta dei due aiuti.

Oltre al Reddito di Gioventù e al Reddito di Infanzia, le famiglie con figli possono già beneficiare dell’Assegno unico, del bonus asilo nido, di diverse detrazioni al 19% per le spese scolastiche e, nel caso di genitori con lavori da dipendenti, entrambi possono fruire della detassazione dei fringe benefit fino a 3000 euro. Inoltre, con la prossima riforma fiscale, l’Esecutivo pensa di introdurre sgravi fiscali per le aziende che assumeranno donne che hanno almeno tre figli.

 

Impostazioni privacy