Amanda Lear, il drammatico incendio che le ha fatto perdere tutto: “Ho fatto pensieri brutti”

La vita di Amanda Lear fu sconvolta da un incendio che devastò completamente la sua vita e le fece perdere tutto: ecco cosa accadde.

Amanda Lear è un personaggio assolutamente unico nel suo genere. Attrice e cantante, ha frequentato personaggi di incredibile livello culturale: fu l’amante del pittore Salvador Dalì, frequentò Picasso e David Bowie, ha avuto insomma una storia personale incredibile.

incendio casa marito amanda lear
Amanda Lear, l’incendio che distrusse tutto – Fonte Instagram @amanda.lear – linkcoordinamentouniversitario.it

Nonostante abbia vissuto una vita molto libera, soprattutto da giovane, nel corso della maturità e soprattutto della vecchiaia, Amanda ha dichiarato di essere una grande amante della solitudine e in più di un’occasione ha spiegato che non è più in cerca dell’amore né tantomeno della compagnia degli uomini.

L’attrice aveva giustificato questa scelta spiegando che è sempre stata una solitaria e ama moltissimo la sua totale libertà di donna indipendente. La verità, però, è molto più drammatica e la Lear ha deciso di parlarne solo di recente, in una toccante rivelazione a Verissimo.

“Ho perso tutto”: il dolore devastante di Amanda Lear

Dopo la sua movimentata giovinezza e prima della sue vecchiaia solitaria ma molto serena, Amanda Lear ebbe un grande amore durato oltre vent’anni. Tra lei e il suo compagno scoppiò un vero e proprio colpo di fulmine che li portò al matrimonio nel 1979. 

incendio casa marito amanda lear
Amanda Lear con il marito in una vecchia foto – Fonte Instagram @amanda.lear – linkcoordinamentouniversitario.it

Lui era un famoso aristocratico francese dal nome lungo e complicato: Alain – Philippe Malagnac d’Argens de Villèle. Naturalmente i media cominciarono ad avere un’attenzione morbosa per il matrimonio dell’attrice con l’aristocratico ma, a dispetto delle molte ingerenze dei media e della scarsa fiducia del pubblico (molti pensavano che il matrimonio sarebbe collassato subito), Alain ed Amanda rimasero felicemente insieme per oltre vent’anni.

I due vissero a lungo in una splendida villa in Francia che però, nel 2000 venne devastata da un incendio. L’uomo si trovava all’interno della casa e le fiamme divamparono così violentemente da non lasciargli possibilità di scampo: il suo corpo fu trovato carbonizzato all’interno dell’abitazione.

Amanda non era con lui per un mero colpo di fortuna, perché quel giorno era andata a lavorare senza avere nemmeno la possibilità di salutarlo dato che, evidentemente, Alain dormiva ancora e lei non aveva voluto svegliarlo. Sembra che l’uomo sia morto di asfissia per il troppo fumo inalato mentre si trovava all’interno della casa in fiamme. Il dramma lasciò  Amanda in uno stato di profonda frustrazione. Alain – Philippe era “l’unico uomo che mi aveva mai fatto sentire amata”,  ha spiegato l’artista.

“Dopo l’incendio in cui ho perso mio marito e la mia casa ho fatto pensieri brutti. Non l’ho salutato: ero al lavoro. Ti sembra che la tua vita si ferma così, di botto? Non ero preparata e dovevo continuare a lavorare. Volevo solo piangere, mi sono stati vicini gli amici che hanno capito il momento. Il suicidio è una rinuncia totale e io non sono così“, ha concluso la Lear, dimostrando ancora una volta di essere sempre stata una donna forte, oltre che combattiva e determinata.

Impostazioni privacy