Altro che Assegno Unico: questi Bonus studenti sono meno famosi ma più vantaggiosi

I Bonus studenti aiutano le famiglie a sostenere numerose spese. Al pari dell’Assegno Unico sono un aiuto a cui non bisogna rinunciare.

Premi, contributi, agevolazioni, gli studenti possono richiedere ed ottenere numerosi benefici se rispettano i requisiti.

Bonus per studenti, come ottenere i soldi
Bonus per studenti, come ottenere i soldi (Linkcoordinamentouniversitario.it)

Le famiglie con figli sanno quante spese occorre affrontare mensilmente soprattutto se sono studenti universitari fuori sede. Tanti costi che senza aiuti sarebbero difficili da sostenere. Ma anche le scuole degli altri ordini e gradi richiedono spese onerose. Sia per l’acquisto dei libri che del materiale scolastico durante tutto l’anno.

Per ogni esigenza, però, c’è un Bonus da richiedere soddisfacendo specifici requisiti. Scopriamo quali sono per inoltrare domanda il prima possibile.

I bonus per gli studenti attivi e in arrivo, requisiti e importi

Iniziamo dalla nuova Carta del Merito, il beneficio concesso al posto del Bonus 18App ma con requisiti più stringenti. Spetta unicamente gli studenti che hanno conseguito il diploma con un punteggio minimo di 100/100 entro i 19 anni. Poi c’è la Carta Cultura per gli studenti con ISEE sotto i 35 mila euro. In entrambi i casi l’importo erogato è di 500 euro.

Tutti i Bonus per gli studenti
Tutti i Bonus per gli studenti (Linkcoordinamentouniversitario.it)

Continuiamo con il Bonus trasporti del valore di 60 euro dedicato a chi compra un abbonamento mensile o annuale ai mezzi pubblici locali, regionali e interregionali. Il limite ISEE previsto è di 20 mila euro. Il Bonus gioventù, invece, consiste in un assegno mensile da 250 euro per un anno per i ragazzi tra i 7 e i 25 anni se il guadagno annuale delle famiglie non supera i 90 mila euro. Non è ancora stato attivato, occorrerà forse attendere il prossimo anno.

Poi c’è il Bonus psicologo, confermato da poco. Copre le terapie fino a 1.500 euro ma per ulteriori dettagli occorre attendere la Manovra 2024. Le famiglie con ISEE basso potranno richiedere il Bonus gite scolastiche appena ci sarà lo stanziamento di 50 milioni di euro da parte del MIM mentre la Carta giovani nazionale è uno strumento già attivo per ragazzi tra i 18 e i 35 anni di età.

Il Bonus libri si attiva tra settembre e ottobre per aiutare le famiglie a sostenere l’acquisto dei testi scolastici mentre da gennaio sarà introdotta la Carta libri 100 euro per i nuclei con ISEE entro i 15 mila euro. Gli studenti universitari possono richiedere, invece, i Bonus attivati dal proprio ateneo solitamente dedicati ai meritevoli con redditi bassi.

Ci sono anche le Borse di studio da richiedere sia per le matricole che per gli iscritti agli anni successivi al primo. Concludiamo con il Bonus musica, la detrazione fiscale per le spese di iscrizione a bande, cori e scuole di musica. Il tetto massimo è di mille euro a figlio (di età compresa tra 5 e 18 anni).

Impostazioni privacy