Al Bano Carrisi, la malattia mortale che gli ha cambiato la vita: “Prima stavo da Dio”

Albano Carrisi oggi è uno splendido ottantenne, ma ha affrontato una malattia mortale che gli ha completamente cambiato la vita.

Cantautore prolifico, interprete dal successo internazionale, viticoltore, produttore di vini, allevatore e imprenditore, Al Bano è sempre stato un vulcano di energia e di iniziative. È sempre stato estremamente orgoglioso delle sue origini contadine e della tempra eccezionaleche il duro lavoro e la vita all’aria aperta gli hanno sempre assicurato fin da quando era bambino.

albano carrisi malattia mortale
Albano Carrisi, la malattia che gli ha cambiato la vita – Fonte Ansa  -linkcoordinamentouniversitario.it

Tuttavia, soprattutto con il procedere degli anni, la salute del cantautore di Cellino San Marco è diventata via via più fragile. Albano ha dovuto rendersene conto affrontando alcune gravissime malattie che lo hanno messo a dura prova in un periodo delicatissimo della sua vita.

Fortunatamente oggi è tutto alle spalle, ma Albano ha affermato senza vergogna che un problema potenzialmente mortale gli ha fatto cambiare radicalmente la propria concezione della vita, riportandolo con i piedi per terra.

Albano Carrisi: la malattia che avrebbe potuto essere mortale

Si dice che le sfortune non vengano mai da sole e, nel caso di Albano Carrisi, questo detto si è dimostrato perfettamente vero. Uno dei periodi più brutti e difficili della vita di Albano cominciò nel momento in cui il cantante stava preparando un importantissimo concerto in Vaticano, dopo il quale contava di partecipare al Festival di Sanremo.

albano carrisi malattia mortale
Albano Carrisi, la malattia che gli ha cambiato la vita – Fonte Ansa – linkcoordinamentouniversitario.it

Purtroppo durante le prove all’Auditorium della Conciliazione accusò un violento dolore al petto e fu immediatamente chiaro che si trattasse di un infarto.Albano venne trasferito precipitosamente in ospedale. Accettato in Pronto Soccorso con un codice rosso, il più grave che si possa attribuire ad un paziente, Carrisi dovette essere operato d’urgenza per sbloccare le sue coronarie. 

A causa dell’età e delle sue difficili condizioni di salute il fisico del cantante non avrebbe retto un’anestesia totale, quindi i medici si rassegnarono ad operare in sedazione locale. Con l’ironia che lo contraddistingue, Albano raccontò al settimanale Oggi che in sala operatoria sentiva tutto quello che i medici dicevano ma decise di non fare battute di spirito per evitare di distrarre i chirurghi.

Dopo tre ore di operazione, perfettamente riuscita, sembrò che il cantante avesse recuperato brillantemente ma non fu così. Nel giro di pochissimo tempo Albano dovette affrontare un tumore, l’infarto, un’ischemia e un problema alla corda vocale destra. Tutto accadde tra la fine del 2016 e l’inizio del 2017: in quel periodo cambiò letteralmente tutto.

“Prima dell’infarto stavo da Dio, questa botta improvvisa mi ha cambiato totalmente”, dovette ammettere il cantante, che decise quindi di prendersi un doveroso periodo di riposo per dare al proprio fisico il tempo di riprendersi. Oggi, come sappiamo benissimo, ha festeggiato i suoi ottant’anni scherzando più volte dicendo che ne ha compiuti soltanto “quattro volte venti”.

Impostazioni privacy