Addio alle Olimpiadi, batosta per il grande campione: l’annuncio ufficiale

Batosta durissima da digerire per il grande campione, che dovrà rinunciare alle Olimpiadi: lo ha annunciato lui stesso

Il periodo prima delle Olimpiadi viene vissuto con grande trepidazione dagli addetti ai lavori e da tutti gli appassionati di sport. La maggioranza cerca di capire quali saranno gli atleti presenti e soprattutto chi rappresenterà il proprio Paese.

Niente Olimpiadi per Van der Poel
Il grande campione non parteciperà alle Olimpiadi (LaPresse) Linkcoordinamentouniversitario.it

Parigi 2024 si prospetta come una grandissima manifestazione, che segnerà una grande estate di sport dopo Euro 2024 e la Copa America per quanto riguarda il calcio. L’Italia vuole conquistare un numero più elevato possibile di medaglie e i portabandiera saranno Gimbo Tamberi e Arianna Errigo.

Si prospetta una grande spedizione, con l’Italia che ha molte possibilità di medaglia ovviamente nella scherma e nel nuoto, ma anche l’atletica sta dando tante soddisfazioni. E la ciliegina sulla torta potrebbe arrivare dal tennis, con Jannik Sinner desideroso di conquistare una medaglia.

Le Olimpiadi non fanno altro che rendere ancora più epiche le storie di sport, come quella della Nazionale di basket degli Stati Uniti d’America che si presenterà con un Dream Team pauroso per l’ennesima medaglia d’oro. Ma se ci sono Paesi che esultano, ce ne sono altri che devono fare i conti con una dura rinuncia.

Van der Poel ha scelto di rinunciare alle Olimpiadi di mountain bike

Mathieu Van der Poel, attraverso i suoi canali social, ha dichiarato che non parteciperà alle Olimpiadi di mountain bike. Il motivo è presto detto: il ciclista olandese ha scelto di concentrarsi maggiormente sul Tour de France e alle gare su strada di Parigi 2024. L’anno scorso, Van der Poel aveva lasciato le porte aperte per una possibile doppia partecipazione, col tempo ha cambiato idea.

Niente Olimpiadi per Van der Poel
Van der Poel non parteciperà alla gara olimpica di mountain bike (LaPresse) Linkcoordinamentouniversitario.it

La combinazione con il cross country era troppo difficile“, ha spiegato Van der Poel, specificando che a Los Angeles 2028 le cose potrebbero cambiare ancora. E’ chiaro che tante gare di fila possono danneggiare il corpo e la mente e dopo i tanti successi su strada in questi primi mesi di stagione, il ciclista olandese voglia continuare senza intoppi ‘selezionando’ gli impegni.

C’è anche da capire quale sarà la decisione di Tom Pidcock, altro ciclista iridato, in merito alla rinuncia del suo rivale. Per il momento ha fatto sapere che non rinuncerà ad alcuna gara. Mentre ‘L’Olandese Volante’ Van der Poel ha voglia di affermarsi nel Tour de France, magari vincendo una tappa.

Impostazioni privacy