Acquisto auto con IVA agevolata al 4%: l’erede dovrà restituirla all’Agenzia Entrate? La risposta è inaspettata

Sono in molti a chiedersi se l’erede deve restituire l’IVA agevolata su l’acquisto auto: ecco quando bisogna restituirla al Fisco

La legge italiana permette a chi ne ha diritto di usufruire di un’Iva inferiore rispetto all’aliquota normale. Stiamo parlando dell’Iva agevolata al 4% sull’acquisto di un auto in caso di disabilità.

Acquisto auto con IVA agevolata al 4%
 IVA agevolata al 4%: quando va restituita  – Linkcoordinamentouniversitario.it

Si tratta di un’agevolazione importante che, però, non tutti conoscono a fondo. Sono infatti in molti a chiedersi se l’agevolazione dell’Iva al 4% deve essere restituita in caso di cessione del veicolo nei primi due anni dall’acquisto. Ecco che cosa prevede la legge in caso di decesso del ricevente.

Acquisto auto con IVA agevolata al 4%: ecco cosa dice la legge

Chi versa in condizioni di disabilità può per legge acquistare un veicolo usufruendo dell’Iva scontata al 4% anziché al 22%. Questo beneficio può essere applicato nei casi in cui il veicolo interessato sia poi intestato al cittadino con disabilità. Questo può avvenire anche quando il veicolo viene intestato al soggetto che ha in carico il disabile, ovvero il caregiver.

Acquisto auto con IVA agevolata al 4%
 IVA agevolata al 4%: quando va restituita   – Linkcoordinamentouniversitario.it

Questo vuol dire che non può essere applicata l’imposta ridotta nel caso in cui l’auto sia stata intesta a una persona diversa, anche se il mezzo è destinato al trasporto di persone che presentano delle disabilità. Tuttavia sono in molti a chiedersi che cosa succede nel caso in cui il disabile muoia dopo l’acquisto dell’auto. Ci si chiede infatti se l’erede potrà comunque usufruire dell’Iva agevolata o se dovrà invece restituirla.

Per poter usufruire dell’Iva al 4% è necessario rispettare alcuni requisiti riguardo la cilindrata e la potenza dell’auto. L’agevolazione può applicarsi solo per veicoli con cilindrata fino a 2.000 c, se a benzina. La cilindrata aumenta fino a 2.800cc se diesel o ibrido e non può essere superiore a 150 kW per auto elettriche. L’Iva scontata può essere applicata anche in caso di acquisto di optional, sulle prestazioni di adattamento funzionali alla persona con disabilità e sulle cessioni di strumenti e accessori utilizzati per realizzare l’adattamento.

Ma che cosa succede se il veicolo a cui è stata applicata l’Iva agevolata al 4% viene ceduto nei primi due anni dall’acquisto? In questo caso sarà necessario riversare al fisco la differenza tra le due aliquote Iva. Tuttavia, ciò non si applica nel caso in cui dovesse purtroppo registrarsi il decesso del disabile. Se sono trascorsi meno di due anni, l’acquisizione del veicolo spetterà al soggetto ereditario. Questo potrà cedere il veicolo anche prima che passino due anni, senza dover pagare l’imposta.

Impostazioni privacy