[ TRIESTE ] : GRAVE ATTACCO AL DIRITTO ALLO STUDIO

by / 1 Comment / 176 View / 16 giugno 2015

Oggi si è tenuta la Conferenza regionale per il diritto agli studi superiori, all’ordine del giorno c’era l’approvazione del piano triennale con le linee guida per l’Ardiss. In questo piano si prevede di togliere la prima rata delle borse di studio, quindi l’intera somma verrà data allo studente al raggiungimento dei crediti necessari, e cioè, nel migliore dei casi, a gennaio/febbraio.
In questo modo la borsa di studio, che dovrebbe essere un aiuto agli studenti meritevoli ma privi di mezzi verrà erogata nel secondo semestre, diventando così una sorta di rimborso. Lo studente dovrà comunque trovare il modo di pagare vitto, alloggio e materiale didattico fino a quando non gli verrà erogata la borsa di studio.
Sempre in questo bando troviamo anche l’abolizione della riconferma del posto alloggio nelle case dello studente. Costringendo così gli studenti a liberare le stanze ogni anno a fine luglio, per poi tornarci (se riconfermato) a settembre, creando non poche difficoltà soprattutto a chi viene da lontano.
Nell’ultimo anno Lista di Sinistra, insieme all’interna rappresentanza studentesca dell’Units, ha fatto il possibile per far ritirare queste proposte, ma purtroppo nulla si è potuto fare contro l’ennesimo attacco al diritto allo studio universitario di questo governo regionale.
Per cercare di ovviare in qualche modo a questo attacco della regione, in pochi giorni siamo riusciti ad ottenere l’esonero della prima rata delle tasse universitarie per le matricole che richiedono la borsa di studio, così da non dover pagare i 590 Euro per poi aspettare il rimborso.
Nonostante tutti gli attacchi del governo regionale e nazionale all’università, continueremo il nostro lavoro quotidiano per difendere e migliorare le condizioni di noi studenti dell’Units.

Lista di Sinistra