Torino: No all’aumento delle tasse, No al numero chiuso

by / Commenti disabilitati su Torino: No all’aumento delle tasse, No al numero chiuso / 16 View / 14 febbraio 2012

Share

A settembre 2011, gli studenti di veterinaria hanno visto aumentare di 350 euro il contributo richiesto loro dall’Università: in quanto polo di eccellenza ricco di laboratori e certificato a livello europeo, quello di Grugliasco avrebbe dovuto costituire un’eccezione anche per quanto riguarda la contribuzione studentesca.

Gli Studenti Indipendenti ed il Collettivo Bonobo, mobilitatisi in quell’occasione, ritenevano e ritengono inaccettabile la differenziazione della contribuzione per facoltà perché potrebbe indurre lo studente che si trovasse in difficoltà economiche, in un momento in cui il diritto allo studio viene fatto a pezzi, a scegliere il proprio percorso di studi non in base ai propri interessi ed inclinazioni ma in base al dato economico (se veterinaria costa più di lettere, farei veterinaria ma mi iscrivo a lettere). Eravamo inoltre certi che il caso di veterinaria avrebbe costituito un pericoloso precedente, aprendo la strada alla liberalizzazione delle tasse universitarie nel nostro ateneo, liberandole da criteri di progressività ed equità.

 

Stando all’ordine del giorno del prossimo Consiglio di Facoltà di Scienze Politiche, avevamo ragione: oltre ad una proposta di inserimento di numero chiuso, sembra che si voglia introdurre un “contributo aggiuntivo” per gli studenti di servizio sociale.

Presidiamo il consiglio di facoltà!

Giovedi 16 febbraio ore 10 Palazzo Venturi

Collettivo bonobo – Studenti Indipendenti Torino